Welcome, colpo business travel: da Uvet arriva Sandro Palumbo

Welcome, colpo business travel: da Uvet arriva Sandro Palumbo
24 settembre 16:41 2018 Stampa questo articolo

Giro di poltrone tra network, questa volta in ambito business travel. È questione di giorni, e diventerà ufficiale il passaggio di Sandro Palumbo – fino ad oggi business travel manager di Uvet Travel Network – a Welcome Travel, dove si occuperà dello sviluppo del segmento. Così, a pochi giorni dalla presentazione dei risultati finanziari dell’anno fiscale appena concluso (1 miliardo e 210 milioni di euro di ricavi, con un +11% di ricavi in ambito leisure e un +6% di Bsp), il network di Adriano Apicella mette a segno un ulteriore colpo, portando nei nuovi uffici milanesi di corso Como uno dei manager più esperti nel corporate.

Palumbo, che aveva iniziato la sua carriera proprio in Uvet American Express nel lontano Duemila, è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per la divisione dedicata ai viaggi d’affari del Gruppo guidato da Luca Patanè, fino a essere messo lo scorso autunno a capo del segmento business travel di Uvet Network. «ll Business Travel ritrova una precisa connotazione all’ interno della rete – aveva detto Palumbo in occasione del BizTravel Forum 2017 commentando la sua nomina – La storia del Gruppo Uvet e la sua affermazione quale player di riferimento nel Business Travel, permette al Network di portare nelle agenzie grande esperienza e tecnologia specifica, permettendo loro di essere fortemente competitive sul proprio territorio».

Parole che risuonano quanto mai attuali anche adesso, soprattutto dopo che negli ultimi mesi Welcome ha puntato con decisione su una tecnologia come l’Ndc. Dapprima raggiungendo un accordo per mettere a disposizione dei propri affiliati la connessione diretta Ndc Api per l’emissione della biglietteria del Gruppo Lufthansa (dallo scorso maggio). E poi, è notizia dell’ultima settimana, sottoscrivendo una partnership analoga con un altro Gruppo europeo, con ogni probabilità Air france-Klm.

G.D.C.-G.M.

L'Autore