Vienna Showcase, la mostra virtuale che celebra Beethoven

Vienna Showcase, la mostra virtuale che celebra Beethoven
09 Ottobre 12:44 2020 Stampa questo articolo

“Enjoy the show & stay safe”. Con questo augurio di divertimento e sicurezza, insieme all’auspicio che i viaggi internazionali tornino presto alla normalità, Sabine Haag, direttrice generale del Kunsthistorisches Museum Vienna e Norbert Kettner, direttore dell’Ente per il Turismo di Vienna, hanno salutato gli spettatori online della prima puntata di Vienna Showcase. È stata la prima visita guidata virtuale del museo di storia dell’arte della capitale austriaca, alla scoperta della mostra Beethoven moves.

L’idea di una serie di live streaming nasce con l’obiettivo di mostrare che vale la pena vedere gli eventi culturali di Vienna anche in periodi di restrizioni di viaggio, in attesa di scoprirli dal vivo prima possibile.

E così circa 150 tra giornalisti e operatori del turismo di tutto il mondo si sono collegati alla diretta streaming e hanno seguito la visita guidata di Jasper Sharp, curatore aggiunto per l’arte moderna e contemporanea del Kunsthistorisches Museum Vienna, presentata in occasione del 250° compleanno del compositore.

Prima lo “young Beethoven”, in una sala bianca e armonica, in cui domina la sperimentazione e alzando gli occhi al cielo si ammira l’installazione di un pianoforte a coda sospeso al contrario sul soffitto, con annessa sorpresa.

Poi il genio adulto, 28enne, alle prese con la sordità, in una sala questa volta più cupa, sui toni scuri del grigio.

Per poi tornare al colore, alla vivacità, alle pitture che rappresentano i miti greci, ai parallelismi con il Romanticismo tra i quadri di Friedrich, alla teca con la copia dell’Eroica. Qui emerge quel Beethoven amante delle live performance, che lavorava con gruppi di cantanti e ballerini.

Un tesoro da scoprire sicuramente dal vivo, ma intanto da potersi rivedere su Youtube.

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli