Viaggiare da soci, ecco il nuovo catalogo Robintur

Viaggiare da soci, ecco il nuovo catalogo Robintur
10 Ottobre 07:00 2018 Stampa questo articolo

Si chiama Viaggiare da soci, ha un nuovo formato e contiene una selezione di proposte per viaggiare da dicembre 2018 a maggio 2019: è il catalogo che Robintur Travel Group sta lanciando proprio in questi giorni nelle adv della rete, comprese quelle Viaggi Coop per cui sono previste delle esclusive, stampato con una tiratura di circa un milione di copie.

ViaggiareDaSociSi va dal mare più vicino per una settimana di sole e relax alle isole da sogno dell’Oceano Indiano e dei Caraibi, fino alle crociere nel Mediterraneo, ai tour in Europa o anche a un weekend a Bologna con pernottamento in hotel e visita a Fico Eataly World. E per la prima volta, i pacchetti sono proposti a mo’ di consigli. 

Oltre a plus come l’accumulo di punti per i soci Coop, il catalogo Viaggiare da soci assicura ogni viaggio con polizza di assistenza sanitaria e furto o danno al bagaglio, assicurazione contro l’eventuale annullamento della partenza e dalla copertura che garantisce il rimborso del costo del pacchetto o il rimpatrio in caso di insolvenza o fallimento dell’organizzatore. 

Il nuovo volume targato Robintur verrà distribuito anche in allegato a Consumatori di ottobre, il mensile diffuso in tutta Italia a milioni di soci Coop, è sarà presentato a Ttg Travel Experience, in programma a Rimini dal 10 al 12 ottobre. 

Quest’anno Robintur parteciperà alla rassegna riminese nello spazio di Fto Italia, associazione a cui il gruppo ha aderito lo scorso luglio (padiglione A1, posizione 065-166), con un desk dedicato all’accoglienza degli agenti di viaggi. Inoltre, il direttore generale del network, Claudio Passuti, sarà tra i partecipanti alla tavola rotonda promossa dal Politecnico di Milano dal nome Distribuzione turistica: l’innovazione decolla, l’11 ottobre alle 10 alla Industry Vision Arena.

«Il turista – sottolinea Passuti – è sempre più multicanale e occorre intercettarlo con nuovi punti di contatto, non solo in agenzia. Il grande problema della distribuzione turistica fisica tradizionale oggi è proprio comprendere e affrontare adeguatamente questa sfida. Dunque, è sempre più importante capire dove e come possiamo entrare in relazione con chi vuol viaggiare, e quali risorse occorrono per ottenere i ritorni che ci prefiggiamo. Servono competenze nuove, che integrino quelle tradizionali del settore, ed è essenziale fare massa critica per poter competere in questo scenario inedito».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore