Viaggi su Marte, blockchain e robot: i trend 2017 secondo Sabre

Viaggi su Marte, blockchain e robot: i trend 2017 secondo Sabre
05 settembre 13:05 2017 Stampa questo articolo

Viaggi su Marte e intelligenze artificiali. Sono alcuni dei trend monitorati da Sabre Lab nel suo Radar Report dove analizza i fenomeni più importanti della tecnologia per il 2017. Alcune voci sono già note al grande pubblico come la realtà virtuale (Vr) e quella aumentata (Ar) altre invece possono essere del tutto nuove. Ecco perché lo studio non prende solo in considerazione nove tecnologie chiave che avranno un forte impatto sul settore dei viaggi, ma le confronta considerando l’utilizzo attuale con le previsioni per il prossimo futuro.

«Siamo nel mezzo di una rapida e cruciale trasformazione tecnologica, destinata a rivoluzionare come e dove viaggeremo» – ha affermato Mark McSpadden, vice president of emerging products and technologies di Sabre Corporation. «Tecnologie come intelligenza artificiale, interfacce neurali e informatica quantistica, anche prese singolarmente, potrebbero provocare un cambiamento radicale proprio come quanto avvenuto con la crescita di internet. La prossima generazione si troverà di fronte a una trasformazione radicale del modo in cui viviamo, lavoriamo e trascorriamo il nostro tempo libero – ha continuato McSpadden – «Le aziende dispongono di fantastiche opportunità per iniziare ad effettuare le proprie sperimentazioni, implementare tecnologie e garantire una connettività protetta: tutto ciò porterà a un futuro più efficiente, sicuro e personalizzato per l’intero settore dei viaggi».

Tra i trend più interessanti analizzati dal report c’è sicuramente la blockchain, indicata come nuova “Internet della fiducia”, la blockchain è al centro dell’attenzione di innovatori che desiderano trasformare radicalmente industrie, enti governativi, commercio e cultura. Sabre Lab ha esaminato gli effetti a breve e lungo termine che hanno le maggiori probabilità di cambiare il settore dei viaggi. Della mente umana, si sa, non utilizziamo che una piccola parte per questo è così interessante analizzare le possibilità legate alle interfacce neurali. Secondo il report, quando si parla del cervello ci si trova di fronte a due sfide completamente diverse: estrapolare informazioni da essa e trasferirvene di nuove. Le interfacce neurali tentano di rispondere a una o entrambe queste sfide, e possono farlo in modo invasivo o non invasivo. Infine il turismo spaziale con Marte come meta a far gola a tutti: la sfida è arrivare sul pianeta per interessi sia governativi che commerciali, in gioco infatti c’è la costruzione di strutture adeguate, probabilmente vicine a quelle viste in molti film di fantascienza, ma l’obiettivo più interessante di tutti è lo sviluppo di tecnologie così avanzate da ridurre effettivamente le distanze.

Gli altri trend includono anche l’utilizzo delle intelligenze artificiali su piattaforme di singole aziende; la realtà aumentata vista non più come un prodotto di per sé, ma come una tecnologia da integrare in altri sistemi, che sia disponibile ad esempio nei sistemi operativi di default; i robot che si occupano di recapitare beni e servizi che in poco tempo renderanno il viaggio qualcosa da fare a mani libere, basti pensare agli automi valigia sperimentati da Piaggio con Gita; infine i computer quantici, che a differenza di quelli tradizionali, sono in grado di decodificare molto prima algoritmi e dati costringendo le aziende a ripensare alla sicurezza sul web.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore