Veratour si riprende il Nordafrica:
tre nuovi villaggi in Egitto e Tunisia

Veratour si riprende il Nordafrica: <br>tre nuovi villaggi in Egitto e Tunisia
27 Settembre 08:04 2018 Stampa questo articolo

Ci sarà tanto Nordafrica nel 2019 di Veratour, che per l’anno che verrà ha annunciato l’apertura di tre nuovi villaggi. A partire da marzo in Egitto, con il Veraclub Utopia a Marsa Alam e il Veraresort Sunrise Montemare a Sharm el Sheikh; fino a maggio, quando in Tunisia aprirà il Veraclub Kelibia.

Jaz Oriental Marsa Matrouh VeratourLa notizia arriva direttamente dal direttore generale del tour operator Stefano Pompili, anche lui in questi giorni al Jaz Oriental di Marsa Matrouh, sede della Convention VeraStore nella quale sono coinvolte 180 agenzie di viaggi. «Nel 2016 con Egitto e Tunisia abbiamo raggiunto il minimo storico – ha dichiarato lo stesso Pompili – Le due destinazioni, insieme, producevano un fatturato di 7 milioni di euro, incidendo per il 3% sul revenue totale. Successivamente siamo riusciti a risalire, con il 2018 che ha permesso di fatturare 31 milioni di euro e il 2019 che ci vede perseguire la sfida dei 42 milioni di euro. Una sfida che vogliamo vincere aumentando l’offerta su entrambi i territori. Ad esempio, in Egitto i due nuovi villaggi, insieme ai quattro già esistenti, daranno vita a 800 camere disponibili. E vanno considerati anche i 2mila posti volo a settimana».

Intanto Veratour a Marsa Matrouh ha celebrato soprattutto il ritorno dell’Egitto. Destinazione su cui l’operatore romano non ha mai smesso di credere, e che nell’anno in corso ha segnato una crescita del +120%. «Potremmo dire che le coste egiziane rappresentino le Maldive a tre ore di volo dall’Italia – prosegue il direttore generale – Non esiste un corrispettivo valido al Nord Africa, specialmente in inverno dove per trovare un equivalente bisogna guardare al lungo raggio. Siamo dunque molto soddisfatti dei risultati raggiunti, e continueremo la nostra vigilanza per far sì che vengano costantemente garantiti gli standard di sicurezza».

UN ALTRO ANNO DA RECORD. Quello in chiusura è il ventinovesimo bilancio consecutivo in utile per Veratour, e la cifra dovrebbe attestarsi intorno ai 220 milioni di euro di fatturato, compresi il +10% dei volumi e l’aumento degli utili. Un altro anno da record, quindi, per il team capitanato da Stefano Pompili, che può continuare a “sognare” in grande permettendosi il lusso di tentare una scalata che nel 2021 porterebbe (addirittura) ai 275 milioni di euro fatturati. Mediamente si crescerebbe tra il 6% e il 10% annui.

IL PESO SPECIFICO DELLA COMUNICAZIONE. Ma certi numeri li fai (spesso) quando investi in comunicazione cifre Veratourcome 2 milioni di euro, riuscendo a trasmettere il valore del tuo brand rigorosamente made in Italy. E senza tralasciare il peso dell’advanced booking, la centralità delle agenzie, «l’apporto di compagnie aeree charter del calibro di Neos (per il 60-70%), e di vettori di linea come Alitalia Emirates, quest’ultimi utilizzati dalle adv VeraStore per il 65-70%», aggiunge Pompili, che chiude il discorso citando anche l’operazione di sponsorship con Atalanta, «di assoluto rilievo». O la scelta di Roberto Baldazzini come fumettista per disegnare le tre copertine dei cataloghi 2019. Dopo l’Anteprima, pubblicata lo scorso 5 settembre, già distribuita agli agenti e valida dal 17 dicembre 2018 al 15 dicembre 2019, durante i primi giorni di gennaio toccherà ad altre due pubblicazioni: Viaggi GoEastViaggi GoWest, sempre in stile pop art e con un volto femminile.

SI PUÒ FARE (SEMPRE) DI PIÙ. «Dopo un’altra stagione positiva, bisogna continuare a lavorare per fare sempre meglio – afferma Daniele Pompili, fratello di Stefano e general manager della divisione villaggi Veraclub – Oltre alle novità dell’estate 2019, ormai l’apertura del primo villaggio italiano ad Antigua è prossima: la struttura prenderà il via il 21 dicembre. Inoltre, nella continua fase di scouting – i vertici aziendali fanno sapere anche che nei prossimi anni si concentreranno sui tentativi di gestione diretta dei villaggi – spicca la probabilità di apertura di un Veraresort a Creta, e si prevedono miglioramenti al Lakitira di Kos, che potrebbe passare alla formula all inclusive».

«Quello dell’azienda è un eccellente momento di salute – dice Massimo Broccoli, direttore commerciale del t.o. – Ed è giusto ambire ad aumentare la nostra dimensione, continuando a cercare destinazioni attualmente non servite da Veratour e possibilmente poco presenti nell’offerta dei competitor, puntando anche a target differenti, Millennial compresi. Sono contento, poi, del lavoro che facciamo con i network, e delle agenzie di viaggi italiane che nonostante il calo numerico sul territorio sono cresciute, professionalizzandosi ancora di più e divenendo importanti player del mercato».

DRIVE TO (VERA)STORE. Il 55% della distribuzione del prodotto Veratour avviene attraverso le adv VeraStore, in tutto 750, e «nel 2019 – chiude Broccoli – saranno protagoniste di quattro campagne commerciali in esclusiva nel periodo di massima presa ordine». Sostenute da una spinta digitale chiamata Drive to Vera(Store), supportate da inserzioni sull’app DoveConviene forte di 11 milioni di utenti.

VIAGGIARE PROTETTI DIVENTA GRATIS. Infine, dal 1° novembre 2018 l’assicurazione integrativa VeraPremium diventa gratuita per tutti i viaggi di linea presenti sui cataloghi GoEast e GoWest e prenotati entro il 31 gennaio 2019, con partenze dal 17 dicembre 2018 al 15 dicembre 2019.

L'Autore

Giulia Di Camillo
Giulia Di Camillo

Guarda altri articoli