Venezia, ingresso a pagamento dal 1° maggio

Venezia, ingresso a pagamento dal 1° maggio
05 Febbraio 11:55 2019 Stampa questo articolo

L’ingresso a Venezia da quest’anno sarà a pagamento. Dal prossimo 1° maggio entrerà in vigore una sorta di flat tax e visitare la città costerà 3 euro, dopodiché dal 2022 il contributo di accesso sarà suddiviso in quattro fasce con tanto di prenotazione obbligatoria. Le tariffe stabilite dalla delibera del sindaco Luigi Brugnaro varieranno a seconda della stagionalità: quella base sarà di 6 euro, l’ingresso nelle giornate di grande affluenza con bollino rosso costerà 8 euro, nei periodi di bollino nero si pagherà invece 10 euro. Chi soggiorna fuori Venezia e viene in giornata a visitare la città pagherà, invece, solo 3 euro.

«Non siamo interessati a far cassa, ma ad arrivare a una gestione dei flussi turistici della città e a una previsione degli arrivi con numeri reali e non inventati», ha spiegato il sindaco.

Di certo, il provvedimento funge da argine al turismo mordi e fuggi, prima causa di sovraffollamento selvaggio in mete turistiche come Venezia.

Il contributo di accesso è stato, infatti, salutato con favore dall’Associazione Veneziana Albergatori, che intravede nel balzello «una svolta per arrivare alla creazione di una Carta unica dei servizi da vendere gli ospiti e gestita da un apposito software che aiuterà a equilibrare visitatori e residenti».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore