Sabre, Vecchio: «Coaching a tutto campo per le adv»

Sabre, Vecchio: «Coaching a tutto campo per le adv»
14 marzo 11:31 2017 Stampa questo articolo

Esplorare le nuove frontiere, per un gigante come Sabre, vuol dire soprattutto orientarsi al massimo supporto delle agenzie di viaggi, partner di prima grandezza del gds. Parola di Antonella Vecchio, vice president online, sea & land Emea.

In che direzione va il mercato?

«Siamo un referente per molte agenzie in Europa e Medio Oriente e, come technology provider, possiamo dire che il mercato online sta continuando a crescere a un ritmo a doppia cifra, anche se non con i valori qualche anno fa. Continueremo a investire perché riteniamo che l’online rappresenti un’area operativa a forte impatto commerciale, soprattutto nelle regioni sulle quali siamo molto impegnati a crescere come Europa, Medio Oriente e Africa. Inoltre, nei Paesi con i maggiori volumi di turismo organizzato, come Francia, Regno Unito e Italia, vediamo un crescente numero di aziende offline che muovono i primi passi verso l’online. Quantomeno c’è una diffusa coscienza che bisogna esserci in Rete, con una finestra online efficiente. Noi di Sabre stiamo supportando alcuni di questi grandi player ibridi, offrendo quell’ampia gamma di servizi che già offriamo ai clienti online. In più, li stiamo aiutando a orientarsi in questo mercato, approfondendo le opportunità e le migliori modalità di presenza. Proprio come dei coach nel processo evolutivo».

Quali sono le differenze tra grandi player e piccoli operatori di nicchia in termini di esigenze?

«Non ci sono radicali differenze. Certo, mentre i grandi player hanno già le skill, i piccoli spesso non hanno la struttura per supportare questo tipo di sofisticazione operativa e non hanno le competenze, oltre che il prodotto. Da qui il nostro intervento mirato. I primi esempi di successo non mancano, come nel caso dei Paesi arabi, dove abbiamo avviato all’online circa 60 agenzie di viaggi, passando in breve tempo ad avere un bacino di partner molto importante».

Che ruolo intende ritagliarsi Sabre in futuro e quali novità si prevedono per le agenzie di viaggi?

«Il nostro ruolo è quello di ambasciatori delle nuove tecnologie applicate e la nostra strategia è passare dallo sviluppo della semplice funzionalità per il marketplace a un approccio basato sulle piattaforme. Nei prossimi mesi usciremo definitivamente allo scoperto con Sabre Red 3.0, che sarà il completamento della migrazione dall’offline all’online. Grazie all’esperienza maturata in questi anni, allestiremo tutta l’area post-booking che è stata sviluppata seguendo le modalità finora adottate dai player offline».

 

 

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli