Valtur, progetto mondo:
le intenzioni di Pagliara

Valtur, progetto mondo: <br>le intenzioni di Pagliara
07 novembre 12:45 2019 Stampa questo articolo

Lei sul podio del Middle East, lui campione d’Italia. Si sono incontrati a Londra, alla cerimonia dei Wtm Travel Leaders Awards, il ministro del Turismo egiziano Rania Al Mashat e Giuseppe Pagliara di Nicolaus. Entrambi vincitori della partita turistica 2019, insieme in un’immagine esclusiva scattata subito dopo la premiazione in fiera.

Ed è bastata una stretta di mano per rendere ufficiale un’intenzione: quella della holding di Ostuni di consolidarsi e crescere in Egitto, soprattutto sul Mar Rosso, dove al momento ha in totale tre strutture tra Valtur e Nicolaus.

L’obiettivo, fa sapere Pagliara, è «raggiungere sulla destinazione 20 milioni di euro di fatturato nel 2020, otto in più rispetto ai 12 milioni di quest’anno». In che modo? Potenziando l’offerta, e dunque il prodotto.

Spinta anche sulla Tunisia con la firma, alla vigilia del Wtm, dell’accordo per la gestione di altri due club.

E non finisce qui. Perché ci sarà sempre più mondo nel futuro di Valtur, «marchio di riferimento per lo sviluppo all’estero del Gruppo» con l’apertura di alcuni villaggi e la conversione di altri. Un percorso di internazionalizzazione del brand che si affianca al lancio, già preannunciato, della linea di prodotto up level.

È il “progetto mondo” di Valtur che, proprio al Wtm di Londra, compie il suo primo importante passo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Roberta Rianna
Roberta Rianna

Direttore responsabile

Guarda altri articoli