Uvet Hotel, nuove aperture a Zanzibar e in Umbria

Uvet Hotel, nuove aperture a Zanzibar e in Umbria
18 Marzo 12:25 2019 Stampa questo articolo

Uvet Hotel Company, società del Gruppo Uvet che gestisce hotel e resort in tutto il mondo, chiude il 2018 con un tasso di occupazione delle proprie strutture che supera l’86%, in crescita del 6% rispetto al 2017. Con il mirino puntato, in questo inizio 2019, su due nuove strutture: il Resort Kilindini a Pwani Mchangani, sulla costa nord occidentale di Zanzibar in Tanzania, che disporrà di 90 camere con vista mare immerse in un giardino tropicale e in stile african chic, e l’Antica Torre del Nera Boutique Hotel & Spa nel suggestivo borgo medioevale di Scheggino (Perugia) in Umbria.

Il risultato fin qui raggiunto dalla controllata del Gruppo guidato da Luca Patanè, riguarda tutte le strutture gestite: l’incremento in termini di occupancy rate vede in prima linea il Twiga Beach & Spa a Watamu, in Kenya, con un tasso di occupazione del 90% (+6% sul 2017), seguito dal Gangehi Resort alle Maldive con l’89% (+5%), dal Mursia Resort&Spa di Pantelleria con il 77% (+4%), dal Santo Stefano Resort con un tasso dell’83% (+3%) e dall’Hotel Berna di Milano con il 92% (+2%).

«Siamo molto soddisfatti perché questi sono i risultati degli importanti investimenti, delle sinergie e delle relazioni costruite con tutti i nostri partner e i più importanti player del mercato. E confermano quanto l’hôtellerie sia uno dei settori di punta dell’intero Gruppo – dichiara Beppe Pellegrino, responsabile di Uvet Hotel Company – L’obiettivo per il prossimo biennio è quello di ampliare ulteriormente l’offerta nel Mediterraneo. Siamo alla ricerca, infatti, di strutture in linea con i nostri standard in Puglia, Sicilia, Sardegna e, all’estero, nelle isole greche e spagnole».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore