Unwto, le sfide del turismo mondiale a San Pietroburgo

Unwto, le sfide del turismo mondiale a San Pietroburgo
13 settembre 15:11 2019 Stampa questo articolo

Quasi 940 milioni di viaggiatori nei primi otto mesi del 2019 e un trend di crescita pari ad un +4%: è l’ultimo aggiornamento dello stato di salute del turismo nel mondo stilato dall’Unwto e ufficializzato nel giorno d’apertura della 23ª assemblea generale, in svolgimento a San Pietroburgo.

Riguardo al primo periodo del 2019, il trend di crescita del turismo mondiale è dovuto principalmente alle buone perfomance di due macro-regioni: il Medio Oriente con un +8% e l’Asia-Pacifico con un +6%.

Dopo il video-messaggio del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, la platea di oltre mille delegati, provenienti da 124 Paesi del mondo, ha ascoltato la relazione del segretario generale dell’Unwto, Zurab Pololikashvili, che si è soffermato soprattutto sulle sfide future del settore, all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione, che devono accompagnare le prossime strategie dell’industria del viaggio, in grado di assicurare centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro e uno sviluppo economico compatibile con le emergenze ambientali che dovrebbero essere nelle agende di tutti i governi nazionali.

Per il segretario generale dell’Unwto, la spinta propulsiva delle economie emergenti, prima fra tutte quella cinese e l’exploit di un’offerta aerea di voli sempre più convenienti, ha portato ad un’evoluzione del settore accompagnata anche da una sempre più aperta politica dei visti, soprattutto da parte di quei paesi con le maggiori potenzialità di movimento turistico da qui al 2030 (India, Cina e Russia, ndr).

Presente anche Leonardo Corbucci, amministratore delegato di AIRIminum, invitato a partecipare come relatore internazionale nella sessione di lavoro dal titolo “L’esperienza mondiale nello sviluppo del turismo fuori stagione come fattore chiave nella creazione di destinazioni turistiche in base alle condizioni climatiche, sociali ed economiche”. Corbucci illustrerà nel dettaglio il progetto congiunto del Comitato per lo Sviluppo Turistico di San Pietroburgo, Northern Capital Gateway (Ncg) società di gestione dell’aeroporto di San Pietroburgo e da AIRIminum, finalizzato al prolungamento della  stagione dei voli dalla Cina e dall’Asia verso San Pietroburgo, anche nei periodi invernali, con proseguimento dei flussi turistici asiatici verso l’Italia e verso l’Europa tramite i collegamenti con Rimini.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore