Uk, le compagnie British, easyjet e Ryanair contro la quarantena obbligatoria

Uk, le compagnie British, easyjet e Ryanair contro la quarantena obbligatoria
08 Giugno 12:23 2020 Stampa questo articolo

Dura presa di posizione di British Airways, easyJet e Ryanair che con diverse modalità hanno contestato la recente disposizione di legge del governo britannico di imporre la quarantena di 14 giorni a tutti i passeggeri stranieri che giungeranno nel Regno Unito.

In particolare i vertici British hanno inviato una lettera  a Downing Street lamentando il fatto che la legge risulta “irrazionale” poiché estende l’obbligo della quarantena anche nei confronti di quei passeggeri provenienti da Paesi con un basso numero di contagi o dove addirittura si è registrato l’azzeramento degli stessi.

Ryanair e easyJet, pur non avendo inviato lettere né firmato il documento di British, appoggiano la posizione della compagnia aerea ritenendo molto dannoso un simile rigido atteggiamento che precluderebbe la ripartenza operativa. Ripartenza che avviene, inoltre, nel momento in cui sia British Airways che easyJet hanno già annunciato una raffica di licenziamenti a causa del lungo stop operativo che ha azzerato i ricavi peggiorando i bilanci dei due vettori.

A chiusura della missiva British sostiene che un “rilancio sostenibile” dell’attività operativa nel trasporto aereo passa attraverso un ammorbidimento di certe misure draconiane adottate dal governo nei confronti di tutti i passeggeri aerei stranieri, poiché certe restrizioni potrebbero scoraggiare gli utenti aerei stranieri ad imbarcarsi sui voli delle aerolinee britanniche diretti nel Regno Unito con forti ripercussioni anche nel turismo del Paese.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli