Tutto su Zoe, l’assistente virtuale di Msc

by Mariangela Traficante | 1 febbraio 2019 10:59

Continua l’investimento di Msc Crociere nell’innovazione tecnologica. La compagnia ha scelto Londra per presentare Zoe, la prima assistente virtuale di crociera, che esordirà su Msc Bellissima, a battesimo il 2 marzo a Southampton.

In un evento per la stampa ospitato al The Gherkin, l’iconico grattacielo della city firmato Norman Foster, management dell’azienda e partner tecnologici hanno svelato i dettagli di questo nuovo capitolo delle funzionalità interattive del progetto Msc for Me, lanciato nel 2017 e che porta la trasformazione digitale in nave.

Le navi sono sempre più destinazioni e diventano sempre più grandi e ricche di servizi e stimoli. Da qui anche la necessità di guardare alla tecnologia per garantire un’esperienza ottimale ai passeggeri. «Crediamo nell’innovazione e vogliamo continuare a investirci. La nostra priorità al momento è la customer satisfaction e siamo convinti delle opportunità dell’intelligenza artificiale per far vivere al meglio l’esperienza di bordo», ha commentato il ceo Gianni Onorato.

OK ZOE. Sviluppata in collaborazione con Harman e Samsung Electronics, Zoe sfrutta l’AI ed è dotata di un sistema vocale in grado di interagire in sette lingue. Il device sarà disponibile gratuitamente all’interno di ogni cabina e potrà rispondere a centinaia di domande relative all’esperienza in crociera, fornendo informazioni sui servizi a bordo, guidando il crocierista nella scelta dei servizi e connettendosi con la smart cabin tv aiutandolo nelle prenotazioni, per esempio in quelle di ristoranti ed escursioni. Il tutto con un comando vocale: al passeggero toccherà pronunciare un paio di parole – Ok Zoe – e l’assistente virtuale si attiverà.

«Le 800 domande alle quali Zoe è in grado di rispondere derivano da quelle che abbiamo raccolto sulle nostre navi. Poi c’è stata la fase di training e continuerà ad apprendere grazie al machine learning», spiega Luca Pronzati, chief business innovation officer, in merito a un progetto il cui investimento complessivo viene indicato tra i 10 e i 20 milioni di euro.

ARRIVANO LE NAVI LUXURY. L’investimento, infatti, non si fermerà qui: Zoe continuerà a evolversi e a integrarsi con Msc for Me, e anche le navi luxury (dal 2023 al 2026 ne sono previste quattro, ordinate a Fincantieri, di circa 500 passeggeri ciascuna) avranno la loro, probabilmente tailor made per il tipo di prodotto. L’obiettivo sarà quello di massimizzare l’asset dell’intelligenza artificiale e portarla per esempio sullo smartphone.

E «non è escluso che possiamo portare Zoe anche in agenzia di viaggi, non so quando ma ci stiamo pensando», anticipa Pronzati. Intanto, sempre per quanto riguarda le agenzie, uno dei prossimi step sarà proprio quello di informarle e dare loro gli strumenti necessari a comunicare la novità ai clienti.

NON SOLO BELLISSIMA. Dopo il debutto a bordo di Msc Bellissima, Zoe sarà in futuro disponibile sulle altre nuove navi, incluse Msc Grandiosa (prevista a novembre 2019) e Msc Virtuosa (2020), per le quali saranno sviluppate anche ulteriori funzionalità. «Sulla flotta esistente, invece, stiamo ancora valutando qual è il trade off tra l’opportunità e la complessità di un programma come questo», conclude Pronzati.

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/tutto-su-zoe-lassistente-virtuale-di-msc/