Trenitalia, al via l’orario invernale: potenziata l’offerta

by Giorgio Maggi | 10 Dicembre 2019 14:04

Un’offerta ancora più su misura e una presenza sempre maggiore nelle aree metropolitane. A 10 anni dal lancio dell’Alta Velocità[1], l’orario invernale di Trenitalia in vigore dal 15 dicembre amplia ulteriormente il network Frecciarossa (anche con collegamenti serali) con 16 nuove fermate nelle stazioni di Milano, Reggio Emilia, Roma e Napoli.

«Il nostro obiettivo rimane quello di adeguare l’offerta a una domanda che cambia, all’insegna delle sostenibilità ambientale (dalla riduzione della plastica a bordo a nuove modalità di illuminazione su alcuni treni, passando per l’estensione dell’area silenzio anche a livello Standard) e di quella economica», ha detto durante la presentazione del nuovo network Gianfranco Battisti, amministratore delegato del Gruppo Fs.

E infatti, il 2019 si chiuderà con un utile di 600 milioni di euro, tutti da reinvestire («Siamo il più grande investitore del Paese») in flotta e in quella che viene definita la vera priorità: i pendolari. «Per troppo tempo non siamo stati capaci di adeguarci alla domanda che cambia, stiamo facendo di tutto per colmare il gap sul trasporto regionale».

Con i suoi 10 milioni di pendolari in più trasportati nel corso degli ultimi dodici mesi, proprio la flotta dei treni regionali è in fase di rinnovamento. Dopo i 71 nuovi treni Pop e Rock consegnati nel 2019 in Emilia-Romagna, Veneto, Liguria, Sicilia e Marche, il 2020 vedrà l’arrivo anche in altre regioni (Lazio e Toscana, su tutte) di 132 nuovi treni (parte dei 600 previsti).

Sempre dall’anno prossimo, sarà anche introdotta la possibilità di acquistare i biglietti regionali con modalità contactless attraverso i validatori situati nelle stazioni. Obiettivo puntato infine, sullo sviluppo dei collegamenti regionali per mettere in connessione stazioni, aeroporti e porti (dopo che nel 2019 sono stati attivati 24 progetti a favore dell’intermodalità, altri 40 sono previsti nel 2020).

Sul fronte delle Frecce, invece, con il nuovo orario le mete a lunga percorrenza raggiungibili sono diventate 280. «A 10 anni dal lancio dell’Alta Velocità, quasi raddoppiamo la nostra presenza a Milano Rogoredo, con la new entry assoluta dell’aggiunta di 30 fermate a Milano Rho Fiera», ha proseguito l’ad di Trenitalia Orazio Iacono. In aumento anche gli stop a Roma Tiburtina (più 21) e Termini (più 5), a Napoli (+19 quelle a Centrale, e +19 ad Afragola) e nella stazione Medio Padana di Reggio Emilia (+18 fermate).

Dal 15 dicembre, a disposizione dei viaggiatori anche dieci nuovi collegamenti veloci fra Venezia, Padova, Bologna e Roma, e una migliore copertura fra Milano e Venezia. Tra le novità dell’orario invernale poi, arrivano i collegamenti Frecciarossa di tarda serata: da Torino a Milano, e viceversa, nei fine settimana; e da Milano a Bologna il mercoledì e il giovedì. Da gennaio poi, partiranno i rientri in serata anche tra Roma e Napoli.

Ma non è tutto, perché a livello internazionale il Gruppo Fs continua a espandersi. Delle scorse ore, l’inaugurazione della tratta Londra-Edimburgo, mentre dopo Germania e Svizzera, i prossimo obiettivi sono la Spagna (dove la gara per l’Alta Velocità è già stata vinta) e la Francia. «Dal 1 gennaio 2020, con la piena liberalizzazione, il mercato unico europeo è diventato una realtà», ha concluso Battisti.

Endnotes:
  1. 10 anni dal lancio dell’Alta Velocità: https://www.lagenziadiviaggi.it/fs-10-anni-di-alta-velocita-con-lambizione-usa/

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/trenitalia-al-via-lorario-invernale-potenziata-lofferta/