Trasloco del ministero: prime reazioni dall’Enit

Trasloco del ministero: prime reazioni dall’Enit
05 luglio 12:46 2018 Stampa questo articolo

Spostare il Dipartimento turismo dal ministero (presto quello delle Politiche agricole, ndr) alla sede dell’Enit? «Dal punto di vista logistico e operativo mi sembra un’ottima idea perché finalmente si potrebbe fare una costruttiva sinergia». Non sembra affatto preoccupato il direttore esecutivo dell’Agenzia, Gianni Bastianelli, per le dichiarazioni d’intenti del ministro Gian Marco Centinaio.

Più circostanziato il commento del neo direttore marketing dell’Enit, Maria Elena Rossi, che non ama «commentare decisioni politiche», ma dice comunque la sua su strategie e sinergie da applicare nella promozione del made in Italy all’estero: «D’accordo fare squadra, ma non facciamo calderoni, perché ogni settore ha i suoi referenti», afferma la manager piemontese, che tiene a sottolineare come «nel turismo ci siamo buyer con peculiarità ben distinte da quelli, ad esempio, del settore alimentare».

E riguardo al tema delle competenze aggiunge: «Lo scotto che spesso paga l’Italia è che mentre i tecnici non amano fare gli amministrativi, questi ultimi, talvolta, amano fare i tecnici producendo solo danni ai settori di riferimento».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli