Traghetti Covid free, parola d’ordine sicurezza

Traghetti Covid free, parola d’ordine sicurezza
08 Luglio 07:00 2020 Stampa questo articolo

Si torna a navigare da e per la Sicilia, ma sempre all’insegna della sicurezza e del contingentamento a bordo. Per quanto riguarda i traghetti sullo Stretto di Messina, dal momento che non sono necessarie le prenotazioni, sono tutti ripartiti i collegamenti operati dai principali vettori.

Snav, ad esempio, dal 27 giugno ha ricominciato a operare le tratte veloci tra Napoli e le Eolie (Stromboli, Panarea, Salina, Lipari, Vulcano). Ripresa iniziata anche per le navi Florio e Rubattino di Tirrenia, in servizio sulla rotta Napoli-Palermo-Cagliari, così come per le imbarcazioni di Grimaldi Lines, che collegano la Sicilia al nord Italia, dal porto di Livorno, e il sud Italia, dal porto di Salerno, alla parte orientale e occidentale dell’isola, rispettivamente ai porti di Palermo e Catania.

Sul fronte della sicurezza, per tutti la parola d’ordine è “rispetto dei protocolli sanitari”. Via libera allora all’obbligo dell’uso di mascherine, oltre al gel igienizzante e al distanziamento dei posti di un metro, eliminando posti a sedere. Tutte le compagnie, poi, si sono concentrate sul contrasto dell’epidemia da Covid-19 con la sanificazione certificata degli ambienti, il controllo e il rispetto del distanziamento sociale, l’installazione di filtri Hepa per il ricambio d’aria.

Da parte sua, è notizia di pochi giorni fa, il fatto che la società di certificazione Rina revisionerà l’intera flotta di Caronte & Tourist. In questo modo, la compagnia che assicura i collegamenti da Napoli per le isole Eolie, e da Salerno per la Sicilia, sarà la prima società di navigazione italiana a essere certificata “Covid Free”. Le prime navi a essere state interessate dal processo sono la Elio e la Simone Martini, che una volta certificate potranno offrire ai viaggiatori un’ambiente in cui le procedure di minimizzazione del rischio di contagio saranno maggiormente organizzate e razionalizzate.

A bordo, i percorsi di entrata e di uscita saranno obbligati, mentre le navi saranno “tappezzate” di segnaletica che indicherà i comportamenti anticontagio.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore