Tra scheletri e demogorgoni: l’Halloween per tutti di Mirabilandia

23 ottobre 16:36 2019 Stampa questo articolo

Paura, adrenalina, terrore e tante occasioni per divertirsi in famiglia, in coppia o con gli amici. Torna anche quest’anno l’Halloween di Mirabilandia – con il parco italiano che si riempie di zucche, streghe, scheletri e mostri da brivido – per tutti i weekend di ottobre e fino al 3 novembre (inclusi giovedì 31 ottobre e venerdì 1 novembre).

Un Halloween pieno di show e di richiami anche alle ultime novità in tema di paura: dai demogorgoni della serie Netflix “Stranger Things” fino alle avventure messicane nell’aldilà ispirate dal cartoon Coco, ma non mancano i classici protagonisti degli horror cinematografici: da Freddy Krueger di Nightmare a Chucky, passando per Ghostface.

HALLOWEEN PER TUTTI I TARGET. «Halloween sta diventando per noi uno dei periodi più importanti dell’anno – afferma Riccardo Marcante, direttore generale di Mirabilandia – Perché ci permette non solo di allungare la stagionalità , ma di ampliare il target di riferimento. Oltre agli adolescenti e alle famiglie, il formato Halloween ottiene ottimi riscontri sulla fascia millennial, le coppie e gruppi di ogni genere. Quest’anno abbiamo ampliato l’offerta dei Tunnel Horror e in programma abbiamo uno spettacolo ogni ora».

Mirabilandia-HalloweenPuro terrore da provare, quindi, con i sei Tunnel Horror (consigliati a partire da 12 anni) attivi tutti i giorni. La novità 2019 è Paradise Camp, un’area in cui si nascondo cruenti e sanguinari assassini, accanto a questo: Malabolgia, una discesa negli inferi; Llorona, una madre ormai spettro che piange in eterno; Psycho Circus, dove sono i visitatori ad essere l’attrazione principale per il sadico clown di turno; Acid Rain, una terra di desolazione e personaggi disumani dopo l’ultima pioggia radioattiva; e la spettrale Legends of Dead Town.

Gli appuntamenti con la fantasia, dedicati ai più piccoli, prevedono invece due tunnel dove i bimbi verranno condotti da amichevoli personaggi attraverso ambientazioni colorate: il Ponte dei Ricordi e il LaBRIVInto Stregato.

LE ESPERIENZE PIÙ ESTREME. Per i più grandi, invece, la paura assume nuove forme. «Tutti i sabati di ottobre – oltre a giovedì 31 ottobre, venerdì 1 e sabato 2 novembre – al calare delle tenebre, dalle ore 19, alcune aree del Parco si trasformano e lasciano spazio all’Halloween Horror Festival»,  sottolinea Marcante. Il festival della paura prevede tre Horror Zone (consigliate a partire da 12 anni): Zombieville (nell’area Far West Valley), Steampunk Revolution (nell’area Katun) e, la novità Scary Movies (area Divertical) tra orde di zombie, androidi e mostri.

Per i più intrepidi e appassionati dell’horror, infine, il 31 ottobre (dalle 21 all’una di notte), l’1 e 2 novembre (dalle 20.30 alle 23) c’è l’Extreme Horror Experience, dove mostri e travestimenti in carne e ossa interagiscono anche fisicamente con gli ospiti tra container del terrore e percorsi incappucciati. «È un’esperienza estrema, sicuramente non adatta a tutti, ma imperdibile per gli amanti del brivido. Un evento che prende spunto dalle attività degli altri parchi della holding Parques Reunidos, soprattutto in Germania», prosegue il direttore generale.

marcante_mirabilandiaIL PATTO CON IL TRADE. Accanto al tema Halloween, però, Mirabilandia mantiene il suo focus sull’offerta per grandi e piccini con i suoi 850mila mq, 48 attrazioni, 5 aree tematiche e 15 show. Tra gli spettacoli più apprezzati, inoltre, c’è “Sfida a Hot Wheels city”, uno stunt show premiato anche in Europa per le evoluzioni su due e quattro ruote.

«Quest’anno è partita la grande scommessa del Ducati World, un’area unica nel suo genere dedicata alle due ruote. Abbiamo avuto risultati poco al di sotto delle aspettative a causa sia del meteo nella prima parte dell’estate, sia dei numeri bassi fatti registrare dalla riviera romagnola. Ma contiamo di recuperare nel 2020 con l’apertura dell’attrazione principale; la Desmo Race, un rollercoaster interattivo a doppio binario e ad alto tasso di adrenalina, ma  anche grazie a una rinnovata partnership con il trade», sottolinea Marcante.

All’inizio del prossimo anno, infatti, Mirabilandia presenterà nuove promozioni e opportunità dedicate ad agenzie di viaggi e tour operator. «Al momento lavoriamo con 2.000 agenzie e quasi 5mila sono quelle iscritti nella nostra area dedicata, che prevede le convenzioni con moltissimi hotel e uno sconto dell’8% sulle tariffe d’ingresso, con la possibilità per gli agenti di applicare il loro mark-up».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore e giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli