Totoministri, Franceschini vice premier con delega al Turismo

Totoministri, Franceschini vice premier con delega al Turismo
02 Settembre 14:08 2019 Stampa questo articolo

Per Dario Franceschini sarebbe un ritorno al futuro. Nel totoministri che sta letteralmente impazzando in queste ore, infatti, sta prendendo corpo l’ipotesi di nominare Franceschini (Pd) e Vincenzo Spadafora (5 Stelle) quali vice premier da affiancare al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

In questa ipotesi, dal momento che Maurizio Martina – anche lui del Partito Democraticoviene dato quasi per certo al Mipaaf(t), Franceschini potrebbe richiedere e ottenere la delega al turismo, con un conseguente upgrade per l’intero comparto che, con tale formula, rientrerebbe nelle competenze dirette di Palazzo Chigi, andando anche oltre a quanto previsto dalla legge delega sul turismo ancora all’esame del Senato.

La delega potrebbe avere l’avallo del Movimento 5 Stelle per l’esperienza acquisita da Franceschini all’ex Mibact nel precedente governo Gentiloni e per gli apprezzamenti raccolti riguardo ad alcuni provvedimenti, primo fra tutti il tax credit per gli alberghi che il suo successore, il ministro del Mipaaft, Gian Marco Centinaio, non era riuscito a rifinanziare.

Viste le perplessità espresse da alcuni esponenti del Pd (e anche di alcuni pentastellati) circa l’accorpamento del turismo al ministero delle Politiche agricole, voluto fortemente dalla Lega nel precedente governo, il passaggio di mano della gestione del turismo alla vice presidenza del Consiglio potrebbe rappresentare anche un’accelerazione nel varo di alcune misure strategiche per il comparto.

Appare invece difficile la riconferma di Danilo Toninelli ai Trasporti, viste le crescenti polemiche degli ultimi mesi, dove appare in pole position, secondo le agenzie di stampa, il fedelissimo di Di Maio  Stefano Patuanelli. Al Mise, invece, potrebbe andare la vice segretaria del Pd Paola de Micheli.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli