Toscana, piano di governance turistica da oltre 7 milioni

Toscana, piano di governance turistica da oltre 7 milioni
20 Dicembre 14:17 2019 Stampa questo articolo

La nuova organizzazione del turismo della Regione Toscana entra nel vivo, con la partenza di tutti i 28 ambiti turistici previsti nel Piano da oltre 7 milioni di euro. In questo scenario, Toscana Promozione Turistica ha messo a punto un metodo e gli strumenti per la collaborazione nella promozione turistica tra i diversi attori della governance, sia del pubblico che della filiera privata.

Sono stati infatti definiti i 28 Piani operativi di ambito, il Piano operativo 2020 di Toscana Promozione Turistica, le linee guida per la governance della promozione turistica regionale #TuscanyTogether e le modalità di accompagnamento tecnico agli ambiti.

#TuscanyTogether è un nuovo metodo con il quale la Toscana decide di chiamare a raccolta la platea degli attori locali e l’intera comunità per cogliere insieme la sfida del turismo. È il momento di fare team: sindaci, operatori e Regione, con Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana, possono oggi fare un salto di qualità, lavorando insieme attivamente e proattivamente, per il turismo della Regione.

Per Stefano Ciuoffo, assessore regionale al turismo, si tratta di «un radicale cambiamento del modo di fare turismo per una destinazione attraversata da milioni di turisti provenienti da ogni parte del mondo e composta da una pluralità di destinazioni e territori densi di valore materiale e immateriale, da proteggere e al tempo stesso aprire al mondo. Questa complessità è ricchezza, ma richiede organizzazione. Lo sviluppo sostenibile del turismo dipende dall’agire di molti e dalla capacità del pubblico e del privato di lavorare insieme: il modello di governance e la capacità di collaborazione tra i vari attori restano uno dei fattori di competitività di una destinazione».

Lo scorso 30 novembre Toscana Promozione Turistica ha approvato per la prima volta un Programma operativo condiviso con gli ambiti territoriali, orientando tutti i settori dell’azione dell’agenzia: le azioni di promozione business to business, le attività di comunicazione per rafforzare il brand set della Toscana e gli interventi volti a innovare e qualificare l’offerta turistica territoriale.

Un Piano da oltre 7 milioni di euro che contiene anche alcune novità nel portafoglio di azioni. Parte, infatti, a febbraio una campagna di branding internazionale, programmata per i mercati consolidati della Toscana. Inoltre vengono attivate operazioni per l’ingaggio di mercati specifici, come quelle previste per il mercato cinese (accordo con CTrip, la Tv di Stato cinese e Costa Asia). Importante sarà la promozione della Toscana Contemporanea, ovvero del patrimonio di nuova creatività, con luoghi, itinerari, eventi dell’arte e dell’architettura contemporanea.

Continuerà il progetto “Costa toscana sostenibile” (in aggiunta a quello “Plastic free” voluto dal Consiglio regionale), che coinvolgerà la filiera della mobilità sostenibile (Ferrovie dello Stato/Trenitalia, Nugo, Enel X, Legambiente e le Associazioni di categoria regionali) per rendere la costa toscana destinazione green.

«Tuscany Together ha l’ambizione di attivare una collaborazione virtuosa verso il basso (nella costruzione e gestione della offerta territoriale) e verso l’alto (nell’ingaggio della domanda) – dice Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica – E la nostra Destination management organization regionale ha anch’essa un’ambizione: abilitare un’intera destinazione composta da tutti i territori regionali affinché siano tutti i suoi stakeholder a veicolare un unico messaggio di marketing efficace, chiaro, personalizzato e di valore».

L'Autore