Torna Ecosistemi digitali, il think tank sul turismo online

Torna Ecosistemi digitali, il think tank sul turismo online
27 settembre 12:40 2017 Stampa questo articolo

È stata fissata per il 1° dicembre, alla Fortezza da Basso di Firenze, la seconda edizione di Ecosistemi Digitali: l’evento che ha come scopo lo sviluppo di infrastrutture digitali per il turismo in Italia. Un settore sempre più strategico che nell’estate 2017 ha visto aumentare del +19,3% gli internauti che hanno scelto la Penisola come meta turistica.

L’evento, promosso dal Mibact, Mise e Regioni italiane, e sviluppato insieme alla Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, si terrà subito dopo la chiusura della decima edizione di Bto – Buy Turism Online (dal 29 al 30 novembre sempre presso la Fortezza da Basso). Ecosistemi Digitali si inquadra nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 per arrivare alla definizione di una Carta comune che coinvolga gli attori istituzionali nella promozione dell’Italia in rete.

Un anno dopo la prima edizione dell’evento, che ha visto 100 esperti provenienti da tutta Italia definire 10 linee guida in materia di turismo online, i rappresentati delle istituzioni e delle imprese che operano nel settore turismo si ritroveranno per fare il punto sull’avanzamento della digitalizzazione nella promozione turistica.

Un settore in espansione che, come evidenziano i dati di Google Trends relativi all’estate 2017, ha visto impennarsi le ricerche in rete relative alle mete turistiche del nostro Paese. In particolare, a dimostrare il maggiore interesse per l’Italia sono Germania, Stati Uniti d’America, Regno Unito e Francia. I Paesi con più crescita di interesse sono invece: Argentina (+24%), Russia (+20%), Australia (+11%) e Spagna (+10%).

L’incremento maggiore nelle ricerche web è avvenuto a partire dal periodo primaverile, con un picco durante giugno, luglio e agosto (+14% anno su anno). Le tre città italiane più ricercate sono Napoli (+25%), Firenze (+10%) e Milano (+8%). Tra le località di maggiore interesse invece vi sono le Dolomiti (+20%), le Cinque Terre (+17%) e il Lago di Garda (+12%).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore