Torino, plastica al bando dal bioparco Zoom

Torino, plastica al bando dal bioparco Zoom
03 luglio 15:01 2019 Stampa questo articolo

Da quest’anno l’estate a Zoom è anche green. In occasione del decennale, il bioparco immersivo di Torino elimina l’utilizzo della plastica usa e getta, a favore del biodegradabile e del benessere delle acque, e collabora con la onlus Worldrise – impegnata nell’educazione e sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento della plastica e il suo impatto nell’ambiente marino – per il sostegno di progetti di conservazione legati all’ambiente marino, minacciato dalle plastiche riversate nelle acque. Sarà in vendita al parco la borraccia “No plastic More fun”, realizzata in collaborazione con Worldrise, e parte del ricavato andrà a sostegno della onlus.

L’eliminazione della plastica usa e getta rappresenta un primo passo che Zoom ha attivato per essere sempre più ecosostenibile, con due anni di anticipo rispetto alla direttiva approvata dal Parlamento europeo che porterà per legge all’eliminazione di prodotti in plastica dal 2021.

Zoom si snoda tra 160mila mq e permette di scoprire oltre 300 animali di 84 specie diverse in nove habitat immersivi che riproducono ambientazioni africane e asiatiche – Serengeti, Hippo Underwater, Madagascar, Asia, Anfiteatro di Petra, Baia dei Pinguini, Bolder e Malawi Beach, Fattoria del Baobab, Tempio delle Tigri, Lontre di Manakara – e attraverso i talk, fino a 20 al giorno, tenuti dai biologi per scoprire tutto sugli animali ospitati, nati in altre strutture zoologiche Eaza (European Associations of Zoos and Aquaria) che vengono dati in affidamento al bioparco e che seguono programmi di riproduzione controllata, e le minacce in natura.

Nel parco si può trovare divertimento, relax e vicinanza agli animali anche nelle due spiagge immersive: Malawi Beach, che riproduce fedelmente il paesaggio dell’africano Lago Malawi simbolo di biodiversità a rischio e dichiarato patrimonio dell’Unesco, e Bolder Beach, riproduzione della baia Boulders Beach, tra le più popolari in Sudafrica. Si nuota, separati da una vetrata, nella prima accanto agli ippopotami, nella seconda accanto ai pinguini africani. A Malawi Beach, un’incredibile Extra Experience, unicità italiana, permette di fare snorkeling tra piranha erbivori e ciclidi africani.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore