Allevi, De Sio, Guzzanti protagonisti di Tivoli Chiama!

Allevi, De Sio, Guzzanti protagonisti di Tivoli Chiama!
22 giugno 12:08 2017 Stampa questo articolo

Concerti, danza, eventi culturali. E nomi del calibro di Giovanni Allevi, Teresa De Sio, Michele Placido, Sabina Guzzanti. Saranno alcuni dei protagonisti della terza edizione di Tivoli chiama! Il festival delle arti, dal 30 giugno al 29 luglio in location come i Patrimoni Unesco Villa d’Este e Villa Adriana. L’obiettivo è rafforzare attraverso la cultura il suo appeal turistico.

Il festival è realizzato e finanziato dal Comune di Tivoli con il contributo della Siae e in collaborazione con il Mibact. L’organizzazione e la produzione esecutiva sono affidati all’Associazione Comuni Teatrali del Lazio, di cui l’amministrazione di Tivoli è socio e cofondatore, consolidando una sinergia che ha portato sul territorio tiburtino tante iniziative culturali.

«Tivoli ha un patrimonio culturale straordinario e che attraversa secoli di storia – ha dichiarato il sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni – Valorizzarlo anche attraverso iniziative così articolate e ricche è un modo per creare un sistema culturale integrato, esempio per tutto il Paese che coniuga la bellezza del contesto con lo spettacolo dal vivo creando un’offerta culturale unica»

«Nessun altro festival al mondo può vantare palcoscenici così straordinariamente diversi, e di una bellezza incomparabile», ha commentato l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune, Urbano Barberini. «La finalità ultima – ha aggiunto – è creare un sistema integrato che favorisca una sinergia tra le attività culturali, turistiche e imprenditoriali e i beni culturali, trasformando Tivoli in una vera e propria “Fabbrica di Cultura” per gli artisti».

«Crediamo in una piattaforma culturale condivisa con le istituzioni del territorio – ha evidenziato il direttore dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este, Andrea Bruciati – Ci interessa costruire collaborazioni attive per immaginare una Tivoli inclusiva che abbia sempre maggiore consapevolezza del proprio valore».

«Tivoli è molto fortunata. Da sempre. Da quando l’antichità le ha regalato tanta bellezza, fino ad oggi dove l’amore del sindaco Giuseppe Proietti e dell’assessore Barberini permettono di continuare a regalarle, nei suoi luoghi preziosi, tanti eventi, come in questo festival.Prendete carta e penna, come dicevano i nonni, perché il programma è ricco», ha commentato la madrina del Festival, Franca Valeri.

 

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore