Thai Airways, nuovo piano tariffario per le adv

17 gennaio 17:58 2017 Stampa questo articolo

Thai Airways inizia il suo 2017 con diverse novità legate al Transformation Plan, il piano di innovazione varato lo scorso anno che prevede un importante rinnovamento della flotta e dei servizi offerti ai propri passeggeri. La prima è la conferma delle quattro frequenze settimanali da Roma e delle tre da Milano con un operativo che ribadisce il ruolo di Thai Airways quale unica compagnia a volare non-stop dall’Italia alla Thailandia con uno schedule che garantisce due giorni di vacanza in più, con partenza dall’Italia intorno alle 13, arrivo a Bangkok la mattina presto e ripartenza subito dopo mezzanotte.

Alla conferma degli operativi si aggiunge quella dell’aeromobile Airbus A350-900 che la compagnia ha accolto nella sua flotta lo scorso 16 novembre e assegnato in esclusiva per il lungo raggio alla rotta Italia–Thailandia. I passeggeri Thai potranno, quindi, continuare a sperimenterare la cosiddetta “Extra Sensation”; l’esperienza di volo inedita garantita dalle peculiarità del mezzo, disegnato per assicurare ai passeggeri relax e comfort grazie all’avanzato sistema di gestione dell’areazione, un preciso meccanismo di gestione della temperature, la pressione più bassa dell’aria e una maggiore insonorizzazione dell’ambiente. Così come le ampliate dimensioni dei sedili e della cabina, e l’impianto di illuminazione a led controllato da un computer assicurano una luce perfetta in qualsiasi situazione.

L’ultima e fondamentale novità riguarda l’introduzione del nuovo Main Fare Sheet: la nuova struttura tariffaria per le agenzie che prevede l’inclusione della componente fuel surcharge nella tariffa. Il nuovo tariffario ridisegna completamente anche i tempi di validità delle quote, garantisce la combinabilità fra tutte le classi di prenotazione, migliora le condizioni del time limit, con una sostanziale semplificazione del meccanismo di integrazione con Thai Smile, sorella minore di Thai Airways. Per quanto riguarda le rotte, importante la rimodulazione del pricing di destinazioni come Indocina, Hong Kong, Manila e Bali, con Giappone e Australia, che hanno garantito a Thai Airways ottimi risultati nel 2016, ad assumere ancora maggiore importanza.

  Categorie

L'Autore