Terrorismo, la paura frena l’outgoing per Pasqua

Terrorismo, la paura frena l’outgoing per Pasqua
26 marzo 13:15 2018 Stampa questo articolo

La paura del terrorismo internazionale condiziona la scelta delle mete di viaggio per le festività di Pasqua del 23% degli italiani, quasi uno su quattro. È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè, divulgata in occasione dell’innalzamento delle misure di sicurezza sugli obiettivi sensibili per la settimana santa.

Secondo l’associazione, solo il 2% degli italiani si recherà all’estero “per il poco tempo disponibile, ma anche per le preoccupazioni che riguardano la sicurezza nelle principali capitali europee”.
In Italia, dove è prevista la prima vera ondata di caldo primaverile, andranno per la maggiore le vacanze in campagna, con picnic e gite fuori porta. Una scelta motivata anche dalla voglia di tranquillità, lontano da ansie e caos.

Il trend è confermato anche da Federturismo, secondo cui saranno quasi 10 milioni gli italiani che si concederanno per Pasqua un primo break primaverile, di cui il 90% sceglierà di rimanere in Italia. Solo il restante 10% opterà, invece, per una capitale estera. Le mete preferite aranno le città d’arte, in particolare Roma, Venezia, Napoli e Firenze anche se quest’anno, viste le abbondanti nevicate, si prevede una buona performance anche delle località montane.
All’estero la scelta la scelta ricadrà soprattutto sulle capitali europee come Amsterdam, Londra e Barcellona.

La permanenza media si attesterà sulle 3 notti (contro le 3,4 notti del 2017) con una spesa di 300 euro per chi resterà in Italia e di 500 euro per chi sceglierà destinazioni estere. Dopo la casa di parenti e amici, gli alberghi a 4 e 5 stelle continueranno a essere la soluzione ricettiva preferita.
Buone notizie dal fronte internazionale, da cui si prevede una crescita del 2% degli arrivi in particolare da Germania, Spagna e Francia.

Anche da una ricerca realizzata da eDreams sulle vacanze di Pasqua, emerge la crescita di popolarità delle destinazioni italiane, con Milano al primo posto che supera Londra, sul podio nel 2017. Salgono di una posizione anche Catania e Roma, che rientrano così nelle prime cinque città preferite dai turisti italiani quest’anno.

Lo Stivale ha un’ottima posizione anche nella classifica mondiale delle destinazioni per Pasqua, stilata dal portale, sulla base delle preferenze dei viaggiatori di tutto il mondo. Il nostro Paese si trova infatti al secondo posto dopo la Spagna, mantenendo stabile il suo posizionamento rispetto al 2017. Se guardiamo, invece, al ranking globale delle destinazioni, troviamo Roma e Milano nelle prime dieci posizioni, rispettivamente al quarto e nono posto, entrambe in salita di una posizione rispetto all’anno scorso.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore