Tap Air Portugal, arriva in Italia il programma Corporate per le pmi

20 Febbraio 11:36 2018 Stampa questo articolo

Un inizio anno denso di novità per Tap Air Portugal, che prepara la sua offensiva sul mercato italiano con nuovi voli e un investimento ad hoc per le piccole e medie imprese. Davide Calicchia, country sales manager Italia della compagnia, ha annunciato l’avvio del programma di fidelizzazione dal prossimo 1° maggio.

«Tap Corporate è un progetto che supporterà le piccole e medie imprese dando la possibilità di accumulare punti e trasformali in premi e vantaggi. Un progetto che è già attivo in vari Paesi europei – Francia, Spagna, Germania e Portogallo – e che è pronto al suo esordio italiano». Le aziende potranno usufruire di servizi ancillary, voli e upgrade di classe grazie ai punti accumulati.

Intanto prosegue la scalata al mercato con due nuovi operativi pronti a decollare. Il primo appuntamento è per il prossimo 25 marzo con il ritorno della rotta bigiornaliera Milano Malpensa-Porto, mentre dal prossimo 10 giugno il vettore portoghese membro di Star Alliance, inaugurerà le operazioni dal suo quinto scalo italiano – Firenze – offrendo 10 voli settimanali diretti verso Lisbona.

«Aumentiamo la nostra presenza in Italia – ricorda Calicchia – e offriamo anche maggiori connessioni   via Lisbona o Porto verso le tante mete Tap in Brasile, Venezuela, Africa e Nord America. Con il nuovo modello tariffario Branded Fares, infine, abbiamo segmentato il mercato e offriamo a ogni tipologia di target il suo prezzo».

IL RITORNO DEL BRASILE. Le nuove rotte di Tap, quindi, sono la risposta a un 2017 chiuso con segno positivo (+21,7%), oltre 14 milioni di passeggeri trasportati – «un record assoluto nei 72 anni di storia della compagnia» – e un load factor dell’82,9%, «il 4,3% in più rispetto all’anno precedente». Risultati positivi anche in Italia, dove «il 60% del mercato di Tap è per il point-to-point, mentre il restante 40% è beyond e all’interno di quest’ultimo la quota più grande è per il Brasile (60% circa)». Se il Portogallo con Lisbona in testa è la meta prescelta dai clienti italiani, infatti,  il Brasile è al secondo posto grazie anche al traffico sul Nord Est (Fortaleza, Recife, Natal e Salvador da Bahia) che si aggiunge ad altre 6 città brasiliane: Belém, Belo Horizonte, Brasilia, Porto Alegre, Rio de Janeiro e San Paolo.

Prosegue, intanto, anche l’offerta Portugal Stopover che prevede per tutti i passeggeri in possesso di un biglietto intercontinentale, o con destinazione Azzorre o Madeira, la possibilità di effettuare uno stopover a Lisbona o Porto fino a 5 giorni senza costi aggiuntivi, nella tratta di andata oppure in quella di ritorno, anche per le tariffe promozionali.

COME CAMBIA IL LUNGO RAGGIO. I collegamenti con il Nord America sono l’altro asset strategico della compagnia aerea. «Gli accordi di codeshare con JetBlue permette ai nostri clienti comodi collegamenti dai nostri hub di Boston e Ney York Jfk verso oltre 50 destinazioni negli States», ricorda Calicchia.

Dopo i primi anni di rinnovamento dell’offerta e della flotta, Tap Air Portugal è pronta ad accogliere i nuovi aerei, l’ A321-900 neo su tutti. «Con i nuovi aeromobili (13 entro il prossimo anno, ndr) avremo maggiori risparmi cost per seat e capienze di 176 posti che ci garantiscono la possibilità di operare maggiori frequenze di volo. Offriremo così un prodotto nuovo per t.o. e agenzie che permette di spezzare le settimane, di fare anche brevi vacanze o di allungare a seconda delle necessità  con voli giornalieri. Un modello che si adatterà sia al leisure sia al business», conclude Calicchia.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli