Swan Tour-Alpitour, pressing sul mercato

Swan Tour-Alpitour, pressing sul mercato
03 Maggio 16:07 2017 Stampa questo articolo

Dodici mesi, investimenti mirati e l’asse che si sposta su Grecia, Spagna e lungo raggio per Swan Tour. Così Alpitour ha cambiato in un solo anno forma e sostanza del t.o. di Georges Adly Zaki, dopo l’acquisizione del 49% delle quote societarie a marzo 2016. “Nuove Prospettive”, non a caso, il nome dell’evento svoltosi a Roma nella cornice della Terrazza Caffarelli al Campidoglio, vista mozzafiato sull’imbrunire romano tra il Vaticano e il Fontanone.

Tutto il racconto della nuova Swan Tour passa per le parole di Pier Ezhaya, direttore tour operating del Gruppo Alpitour: «È in un atto un grande processo di cambiamento che sta modificando prodotto, comunicazione e servizi e che vede Alpitour credere al 100% in questa partnership. Un cambiamento corale che è sinfonia». Dopo mesi di offensive commerciali, promozioni per le agenzie di viaggi e rodaggi sul nuovo sistema informatico è arrivato, quindi, il momento per Alpitour di scoprire le carte e far sentire il suo peso a partner e stampa.

E il messaggio è chiaro: Swan Tour ha una nuova linea, totalmente integrata nell’offerta del gruppo Alpitour, ma con le sue specificità. «Un prodotto che si articola in vari brand e che si posiziona sulla formula club, ma su un livello poco inferiore rispetto allo standard Alpitour ma che unisce qualità, servizi e assistenza», rimarca Alessandro Seghi, direttore commerciale Alpitour.

Via libera, quindi, alle destinazioni di punta: Naxos, Rodi, Creta, Palma di Maiorca, Messico  e Madagascar. Mantenendo, però, quell’Egitto che riparte con cautela: Marsa Alam, Marsa Matrouh e Sharm El Sheikh. Diciotto destinazioni in Italia che diventeranno 20 durante la winter. «Per l’inverno 2017/2018 avremo un nuovo club in Messico, in Kenya il Garota si aggiungerà al Jacaranda Beach Resort, ma le vere sorprese sono il Paradise Beach a Zanzibar e un nuovo club a Mauritius», annuncia Ilaria Evangelisti, direttore programmazione di Swan Tour.

«I 27 anni di Swan Tour e la specializzazione sull’Egitto non spariscono certo all’improvviso – sottolinea Georges Adly Zaki – La nuova veste è proprio il frutto di una sinergia tra le nostre forte radici e la tradizione del marchio e la professionalità e competenza di un grande Gruppo. Nonostante gli eventi che hanno colpito l’Egitto ci abbiano fortemente segnato, siamo rimasti una realtà solida senza debiti e che ha sempre vissuto delle proprie risorse».

EasyBook e le promo per le agenzie
Nuovo portafoglio prodotti, cambio in marketing e comunicazione, nuova animazione nei villaggi e tanta voglia di stupire il mercato. Alpitour offre palcoscenico e servizi per una nuova Swan Tour, ma la vera svolta sembra essere l’ingresso in EasyBook. «È stata una migrazione molto impegnativa ma sta portando risultati eccezionali sulle prenotazioni – confida Elisabetta Pavanello, direttore commerciale di Swan Tour – e il marchio Alpitour ci sta aiutando a ottenere ottime performance nelle regioni del Nord Ovest dove noi non avevamo capillarità».

Ultimo ciondolo a completare la nuova veste Swan Tour è Neos, la compagnia aerea di casa Alpitour che è sempre meno charter. «In attesa dei nuovi 787 Dreamliner, che dall’inverno saranno a disposizione del Gruppo e anche di Swan, il vettore mette a disposizione ben 2500 posti a settimana garantiti sugli aerei Neos per circa 1.000 camere a settimana», annuncia Seghi.

La “nuova prospettiva” per Swan Tour è lanciata e, oltre il racconto, si chiude con la parte commerciale: «Abbiamo una politica molto generosa per le adv, con incentivi per chi prenotata fino a 10 giorni prima della partenza – sottolinea Ezayha – le promo Swaney e Sumemr Mix hanno avuto un grande successo».

Per il mese di maggio, quindi, si riparte con “100 è dispari” e “Swan+Swan”. «La prima promo prevede una extra commission di 100 euro su tutte le pratiche Swan Tour dispari a patire dalla prima, poi la terza e la quinta e così via – conclude Seghi – la seconda prevede un ulteriore bonus su tutte le pratiche chiuse a maggio da sfruttare per le prenotazioni da effettuare a giugno e luglio».

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli