Sudafrica, stop alle disposizioni aggiuntive per l’ingresso dei minori

Sudafrica, stop alle disposizioni aggiuntive per l’ingresso dei minori
21 Novembre 07:00 2019 Stampa questo articolo

I minori diretti in Sudafrica, accompagnati dai genitori e muniti di passaporto, non avranno più bisogno né del certificato di nascita integrale né di lettere di consenso. La notizia arriva da Sthembiso Dlamini, ceo di South African Tourism, che conferma come le nuove disposizione siano entrate in vigore immediatamente e tutte le vie di accesso alla destinazione, così come vale per le compagnie aeree e quelle di navigazione, sono state informate circa le nuove procedure.

«Siamo certi che la notizia sarà ben accolta dal settore turistico, sia in Sudafrica che nel resto del mondo – ha dichiarato Dlamini – Le famiglie rappresentano una categoria determinante per gli arrivi e siamo in competizione per questo target con molte altre destinazioni. Grazie alle nuove agevolazioni potremo promuovere ancor più strategicamente il Sudafrica».

Con il suo ricco ventaglio di esperienze, il Sudafrica si posiziona come destinazione ideale per le famiglie ed è facilmente raggiungibile da tutto il mondo grazie a collegamenti a breve e lungo raggio. Inoltre, non essendo soggetto al rischio di malaria, il Paese si presta a safari e a esperienze a contatto con la fauna locale, senza necessità di assumere farmaci in forma preventiva. Infine, c’è un’ampia offerta di strutture ricettive.
 
«Il nostro obiettivo consiste nel raggiungere 21 milioni di arrivi entro il 2030; pertanto l’eliminazione delle disposizioni relative all’ingresso dei minori sarà determinante in quest’ottica», ha concluso il ceo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore