Strapotere Expedia con l’esclusiva Marriott

Strapotere Expedia con l’esclusiva Marriott
19 settembre 12:05 2019 Stampa questo articolo

Arriva dagli Usa un nuovo accordo epocale per il mercato della distribuzione e del rapporto tra Ota e hotel con gli attori principali che sono due giganti, un tempo acerrimi nemici. Expedia Group diventerà infatti il distributore esclusivo delle tariffe wholesale (all’ingrosso), dei contenuti e delle disponibilità di Marriott per la rete B2B globale. L’accordo, un aggiornamento di quello già firmato lo scorso aprile, sarà valido a partire dal 15 ottobre 2019.

Marriott, quindi, si affiderà al grande canale unico di Expedia Partner Solutions per vendere oltre un milione di camere dei suoi circa 5.700 hotel nel mondo a tutte le bedbank, Olta, compagnie aeree, metasearch, wholesaler e agenzie d viaggio leisure che non hanno una connessione diretta con la catena di hotel. Ovviamente, questo accordo può essere scavalcato da tutte quelle realtà che già hanno un accordo di piena disponibilità di tariffe wholesale con Marriott attraverso i suoi canali diretti, ma in ogni caso il patto Expedia-Marriott dà una bella scrollata al mercato. E gli effetti si faranno più evidenti nei prossimi anni.

Attraverso questo accordo, Marriott sfrutterà la tecnologia e i servizi enterprise per le grandi aziende del Gruppo Expedia con lo scopo di creare un unico gateway per la redistribuzione dell’inventario wholesale di Marriott. Il modello di distribuzione ottimizzato, fornito da Expedia Partner Solutions eliminerà quindi la complessità e l’inefficienza dell’attuale modello di redistribuzione wholesale per gli hotel Marriott.

I due grandi player concordano con il segnalare che questa soluzione a gateway unico fornirà anche un’esperienza di acquisto coerente e affidabile per i viaggiatori. Ulteriore vantaggio per il gigante Marriott è quello di fare chiarezza in un panorama della distribuzione wholesale che oggi è frammentato e complesso, dove appunto gli hotel devono muoversi in una rete intricata di redistributori esterni e standard tecnologici. Così i redistributori non avranno più accesso alle tariffe e all’inventario direttamente da Marriott, ma dovranno ora rivolgersi a Expedia Partner Solutions per avere accesso ai prezzi all’ingrosso delle camere delle strutture, a condizione che ne rispettino gli standard di distribuzione di Marriott. Per il gigante dell’ospitalità, il nuovo modello di distribuzione ottimizzato ridurrà i costi, la complessità e i problemi dei consumatori associati all’attuale mercato della redistribuzione.

«In Marriott, abbiamo alcune priorità che includono il miglioramento del servizio e della trasparenza per i consumatori tenendo conto dei benefici per proprietari e affiliati – ha detto Brian King, global officer of digital, distribution, revenue strategy & global sales di Marriott International – Con questa soluzione innovativa di Expedia Group, possiamo aumentare il nostro raggio d’azione per le agenzie di viaggi leisure, risolvendo al contempo le sfide della redistribuzione e migliorando la redditività dei nostri hotel in tutto il mondo».

Gli fa eco Christian Gerron, senior vice president, enterprise solutions, Expedia Partner Solutions: «Crediamo nella possibilità di espandere la potenza della piattaforma per i nostri partner, in modo che essi possano beneficiare dei nostri investimenti in campo tecnologico, nei servizi di supporto ed esperienza nel settore. Questo accordo con Marriott International è l’esempio concreto di messa in pratica di questa filosofia».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore