Storica nevicata a Roma:
treni e aerei nel caos

Storica nevicata a Roma: <br>treni e aerei nel caos
26 Febbraio 08:36 2018 Stampa questo articolo

Trasporti in tilt verso per la nevicata che, dalla notte, ha investito Roma. La circolazione ferroviaria sulla Capitale ha registrato ritardi e cancellazioni nella mattinata di questo lunedì di febbraio che certamente resterà nella storia. Il traffico – informa Fs Italiane – è fortemente rallentato anche su tutte le linee del Lazio che toccano la città, sulla Siena-Grosseto e sulla Verona-Modena. Il Gruppo Fs Italiane, che ha attivato i piani neve e gelo di Rfi e Trenitalia, non esclude ulteriori riduzioni dei treni e invita i viaggiatori a visitare Fsnews.it per tenersi aggiornati sul traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio.

Nel frattempo, Italo comunica ai passeggeri che, “a fronte dei pesanti ritardi della giornata odierna dovuti al blocco di alcuni scambi nel nodo di Roma per avverse condizioni climatiche”, sono stati predisposti “rimborsi e indennizzi per i viaggiatori coinvolti”.

Disagi anche negli aeroporti di Roma. Attraverso il suo profilo Twitter, AdR diffonde la notizia che “a causa delle intense precipitazioni nevose, sono previsti ritardi sugli scali di Fiumicino e Ciampino”. La società di gestione degli scali capitolini consiglia ai passeggeri di “contattare la compagnia aerea di riferimento per informazioni aggiornate sul proprio volo”.

L’Enac, da parte sua, fa sapere di aver attivato già da alcuni giorni i piani di emergenza, programmando in anticipo attività come il mantenimento delle piste libere dalla neve e le operazioni di deicing (sghiacciamento) delle ali degli aeromobili.

Roma Fiumicino, informa l’ente, ha al momento ha un’operatività ridotta, con una sola pista aperta e ritardi rispetto agli orari di programmazione dei voli. A Ciampino sono in corso le operazioni per rendere agibile la pista che sarà riaperta a breve, mentre Ryanair ha deciso autonomamente di cancellare i voli sullo scalo. Sempre nel centro Italia, non è operativo lo scalo di Perugia, che però potrebbe riaprire a breve.

Mentre il Campidoglio ha avviato il piano di emergenza che prevede, tra l’altro, la chiusura delle scuole, sul fronte dei trasporti cittadini, l’Atac fa sapere che il servizio delle linee metro A, B e B1 è regolare, mentre sulla linea C la circolazione è divisa in due tratte: Alessandrino-Lodi e Alessandrino-Pantano. Si segnalano, invece, servizi a singhiozzo sulla rete di superficie (bus e tram). Sospesa, sempre in mattinata, la Roma-Viterbo nel tratto extraurbano.

Quella che ha investito prima il nord Italia e poi le regioni centrali, e che nelle prossime ore si sposterà al sud, è l’ondata di gelo Burian proveniente dalla Siberia. La perturbazione toccherà anche Puglia, Basilicata e Campania, raggiungendo anche l’estremo meridione e le isole maggiori, con temperature fino a 10 gradi al di sotto delle medie stagionali.

È attiva la sala operativa della Protezione civile di Roma Capitale, contattabile h24 al numero verde 800.854854 o al numero 06.6710920.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore