Spesometro semplificato, proroga di 60 giorni

Spesometro semplificato, proroga di 60 giorni
22 gennaio 12:37 2018 Stampa questo articolo

Arriva dall’Agenzia delle Entrate la proroga di 60 giorni per lo spesometro semplificato. La scadenza del 28 febbraio slitterà al sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento definitivo, nel rispetto dello Statuto del contribuente.

Le novità introdotte del decreto fiscale (n° 148/2017), che verranno recepite dal provvedimento, riguardano le sanzioni previste per l’errata trasmissione della comunicazioni  inviate per il primo semestre, che non si applicheranno a condizione che i dati esatti siano trasmessi entro il 28 febbraio 2018.

Inoltre per l’anno 2018 è possibile optare per l’invio semestrale dei dati e riguardo a questi ultimi, l’Agenzia ha ridotto il numero di dati da inviare, che potranno limitarsi alla Partita Iva dei soggetti coinvolti nelle operazioni (o al codice fiscale per chi non agisce nell’esercizio di imprese, arti e professioni), alla data e al numero della fattura, alla base imponibile, all’aliquota applicata e all’imposta e infine alla tipologia dell’operazione ai fini dell’Iva, nel caso in cui l’imposta non sia indicata in fattura.

Inoltre, per le fatture emesse e ricevute di importo inferiore a 300 euro, registrate cumulativamente, si possono trasmettere i dati del documento riepilogativo.

Infine, è anche precisato che saranno a disposizione dei contribuenti due nuovi software di controllo e di compilazione per semplificare l’adempimento e limitare gli scarti delle comunicazioni dovuti a errori nella fase di compilazione. I software saranno disponibili nella sezione portale Fatture e Corrispettivi, insieme al provvedimento definitivo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Caterina Claudi
Caterina Claudi

Guarda altri articoli