Solo vaccinati a bordo:
svolta nelle crociere ai Caraibi

Solo vaccinati a bordo: <br>svolta nelle crociere ai Caraibi
25 Agosto 10:59 2021 Stampa questo articolo

Le Bahamas cambiano le regole Covid-19 per le navi da crociera. A partire dal 3 settembre, tutti i passeggeri di età pari o superiore a 12 anni dovranno essere completamente vaccinati per far sì che le navi possano attraccare in uno dei porti delle isole caraibiche.

L’ordine di emergenza emesso dal primo ministro delle Bahamas Hubert Minnis sarà valido fino al 1° novembre e comprende anche le isole private delle compagnie di crociera alle Bahamas. Riguarda quindi tutti i big player del settore: Carnival, Royal Caribbean, Msc Crociere e Norwegian Cruise Line.

Prima dell’arrivo in porto, il comandante della nave sarà tenuto a presentare un documento che attesti lo stato di vaccinazione di tutte le persone a bordo.

Al momento dell’annuncio le compagnie di crociera – tranne Ncl che già prevedeva la vaccinazione obbligatoria come requisito per salire a bordo – hanno immediatamente iniziato a modificare le policy sui vaccini per le partenze dalla Florida.

Per conformarsi agli ultimi diktat, Royal Caribbean International ha affermato gli ospiti di età pari o superiore a 12 anni che salpano dai porti della Florida devono fornire prova della vaccinazione per poter partire in crociera, a partire dal 3 settembre. La policy aggiornata corrisponde ai requisiti già previsti da Royal Caribbean per le crociere in partenza da altri porti degli Stati Uniti. Gli ospiti di età inferiore a 12 anni dovranno invece fornire un risultato negativo del test Covid-19 all’imbarco.

Alle nuove regole si adegua anche Msc Crociere, precisando che gli ospiti non vaccinati che hanno una crociera programmata dalla Florida tra il 3 settembre e il 31 ottobre non potranno navigare e hanno diritto a un rimborso completo.

Nelle ultime ore, anche Carnival Cruise Line ha modificato i suoi protocolli di vaccinazione per conformarsi ai requisiti della destinazione: dal 28 agosto fino a ottobre, solo i bambini sotto i 12 anni e gli adulti con condizioni mediche che vietino la vaccinazione saranno esenti dall’obbligo del vaccino per navigare. La compagnia ora richiederà agli ospiti di confermare il loro stato di vaccinazione e mostrare la prova di un test Pcr Covid-19 negativo o di un test antigenico.

Ncl – che, come detto, ha ripreso a navigare esclusivamente con ospiti vaccinati – per policy ha scelto da alcuni mesi di non ammettere a bordo i non vaccinati. Quindi, di fatto, sta effettuando crociere solo per adulti. O meglio, senza bambini al di sotto dei 12 anni.

Intanto, anche le Isole Vergini americane hanno confermato di accettare nei loro porti solo navi da crociera che abbiano a bordo passeggeri di età pari o superiore a 12 anni completamente vaccinati. Ogni nave deve avere un tasso di vaccinazione minimo dell’85% tra equipaggio e ospiti a bordo e qualsiasi percentuale inferiore all’85% richiede la consultazione con il dipartimento della Salute.

Non c’è l’obbligo di vaccinarsi, è vero, ma i vaccini stanno diventando sempre di più la conditio sine qua non per poter continuare a viaggiare fuori dai confini nazionali anche in tempi di pandemia e di varianti.

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Giornalista professionista, redattore. Specialista nel settore viaggi ed economia del turismo e delle crociere dopo varie esperienze in redazioni nazionali tv, della carta stampata, del web e nelle relazioni istituzionali

Guarda altri articoli