Slovenia, dove il wellness fa squadra

Slovenia, dove il wellness fa squadra
26 settembre 05:00 2017 Stampa questo articolo

Tra gli ospiti del convegno inaugurale dell’Hub Turismo Terme & Benessere, la Slovenia arriva carica. L’Associazione delle terme slovene, che raggruppa 14 centri sparsi su tutto il territorio, ha registrato fino a luglio un totale di 525mila arrivi e 2 milioni di pernottamenti, + 4,5% rispetto al 2016, anno record. L’Italia, che rappresenta il 24% dei turisti stranieri, è a quota 61mila (+ 1%, a fronte del + 8% degli arrivi totali esteri), con 186mila pernottamenti. Il trend è in costante crescita dal 2010, con prospettive di nuovo record quest’anno: la stima è di arrivi superiori alle 700mila unità e pernottamenti che sfioreranno i 3 milioni.

Prodotto di punta del turismo locale, i centri termali sloveni rappresentano dunque un must per la regione grande come la Lombardia, «verde, attiva e sana, così ci presentiamo – rimarca il direttore dell’Ente del turismo sloveno in Italia, Aljoša Ota – Andare alle terme non ha stagione, anzi gli arrivi partono proprio da settembre concentrandosi a dicembre e, naturalmente, ad agosto». Il portale nazionale dell’Ente offre anche pacchetti specifici per la stagione fredda, con particolare attenzione ai programmi detox, dimostrando una vincente capacità di comunicazione integrata e una sinergia profonda  che include anche la condivisione dei profitti, incentivando collegamenti con il territorio: visite al produttore locale di formaggio, ad esempio, soggiorni presso i vignaioli o giri in bicicletta.

Sono più di 20 le stazioni termali sparse su tutto il territorio, ognuna specializzata in un segmento, con servizi anche molto differenti. Tra gli indirizzi di riferimento l’avanguardia è alle Terme di Olimia, “il” wellness sloveno e prima destinazione per il selfness. Per chi cerca la tradizione c’è invece il centro medico Rogaska, forte di 400 anni di storia e dell’acqua più ricca di magnesio al mondo, mentre alle Terme di Catez si trovano oltre 12mila mq di attrazioni e piscine, e un centro benessere di prima classe. Non vanno dimenticate poi le Terme Krka, immerse nel verde a poche ore d’auto da Trieste: nei tre stabilimenti di Dolenjske Toplice, Smarjeske Toplice e Strugnano l’offerta spazia dalla talassoterapia alla medical spa, da cura e riabilitazione di varie malattie e patologie a programmi di dimagramento.

L'Autore

Adriana De Santis
Adriana De Santis

Guarda altri articoli