SiTravel entra in Primarete-Travelbuy

SiTravel entra in Primarete-Travelbuy
07 Giugno 16:44 2019 Stampa questo articolo

Si è conclusa la trattativa avviata nelle scorse settimane da Travelbuy Italia e SiTravel Network, fondato nel 2014 da Simone Aggio.

Dopo i rumors ora l’accordo è ufficiale e le circa 60 adv di SiTravel fanno fronte comune con quelle del Gruppo di Alfredo Vassalluzzo. Travelbuy ha rilevato, infatti, il 49% delle quote di SiTravel, stessa percentuale quella che Simone Aggio ha acquisito dentro Travelbuy Italia srl (che è partecipata a sua volta al 45% da Primarete).

L’operazione rafforza Travelbuy e SiTravel come network di agenzie in aip (associazione in partecipazione), un modello che vede la nuova realtà come secondo player italiano dopo Bluvacanze.

«È un passo importante per la nostra azienda che adesso può contare su 160 adv in franchising – commenta Vassalluzzo – e rafforza la nostra posizione nel mercato della distribuzione. Negli ultimi mesi abbiamo scoperto varie sinergie con Simone con l’obiettivo di concludere un percorso aggregativo che farà bene a entrambe le realtà. Per il momento, però, i due brand viaggeranno ancora separati in attesa di creare le condizioni per uniformare tutti i processi e i servizi».

IL PERCORSO DI AGGREGAZIONE. Simone Aggio, dal canto suo, dichiara «ho sempre creduto nelle aggregazioni e la mia storia professionale lo dimostra, questa operazione farà bene non solo alle due aziende e alle agenzie che ne fanno parte, ma a tutto il mercato, creando una vera alternativa innovativa, nel modello e nel format di gestione». Aggio, amministratore unico di SiTravel Network, vanta un’ampia esperienza nel settore dell’associazione in partecipazione prima con SoloMondo e poi con Pinguino Viaggi Network. Nel 2010 fonda WeMondo, poi confluita in Italicaintour.

Il manager, nel 2018, ha creato anche ITravel Tour Operator, per dare un prodotto diretto da vendere alle proprie agenzie. «L’obiettivo che io e Alfredo ci siamo dati è di arrivare in pochi anni a mettere a disposizione delle reti almeno il 50 % del prodotto venduto, obiettivo che grazie agli strumenti come il t.o. ITravel in House e il sistema SmartGds, sarà non un traguardo ma un primo punto di partenza», sottolinea Aggio.

OBIETTIVO 600 AGENZIE. Prosegue, quindi, il posizionamento del Gruppo guidato da Ivano Zilio sul mercato italiano dopo due anni di assestamento interno. Il primo step del nuovo corso è stato proprio l’ingresso in Travelbuy nel 2017 che ha rafforzato Primarete al Centro-Sud, poi il lancio di Columbus come nuovo operatore con focus sul Mediterraneo ma un pacchetto di proposte su Mar Rosso e lungo raggio; infine, il lancio del digital network Fly Point – avvenuto durante l’ultima convention – ma pronto a decollare definitivamente nelle prossime settimane.

Sul lato agenziale, quindi, Primarete rafforza le sue truppe  rivendicando il modello della media distribuzione e puntando  (obiettivo già annunciato nella convention dello scorso aprile, ndr) a un pacchetto di 600 adv. Al momento Zilio può contare su 130 adv affiliate, altre 170 dentro il circuito TravelBuy-SiTravel e un base di un centinaio di agenzie connesse alla piattaforma FlyPoint.

Proprio su quest’ultimo progetto, però, si attendono a breve ulteriori novità. Zilio, infatti, sarebbe a un passo dalla firma di un accordo con un player internazionale che aprirebbe nuove opportunità a tutta la holding.

 

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore e giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli