Sita, un software indicherà a piloti e vettori come ridurre le emissioni

Sita, un software indicherà a piloti e vettori come ridurre le emissioni
14 Ottobre 07:00 2020 Stampa questo articolo

Sviluppare analisi predittive tramite big data per aiutare piloti e compagnie aeree a ridurre il consumo di carburante durante il volo e le emissioni di CO2. È questo l’obiettivo di una partnership stretta da Sita con la start up francese Safety Line, specializzata in soluzioni predittive per aerolinee e aeroporti.

Se il volo si può suddividere in tre fasi – la cabrata per salire di quota; la crociera, per i voli ad altezza costante; la discesa – attualmente a essere oggetto dello studio di Sita e Safety Line sono le fasi ascensionali – in cui si registra il maggior consumo di carburante – e quella in cui il velivolo si mantiene sulla medesima altezza. L’analisi è condotta con il supporto di una suite di software chiamata OptiFlight.

In particolare, i dati di Safety Line rilevano che è possibile un risparmio di carburante in salita del 5-6% per ogni volo, senza compromettere la sicurezza o il comfort dei passeggeri. Su base annua, questo potrebbe ridurre le emissioni di CO2 di diverse migliaia di tonnellate e i costi operativi di diversi milioni di dollari, a seconda delle dimensioni della flotta aerea.

«Noi di Sita continuiamo a cercare modi più intelligenti di utilizzare sia le nuove tecnologie che quelle già esistenti, e collaboriamo con i partner del trasporto aereo per rendere le operazioni delle aerolinee più efficienti e rispettose dell’ambiente. La partnership con Safety Line è un altro passo importante, che permetterà alle compagnie aeree di abbracciare il passaggio digitale necessario per reinventare l’operatività degli aerei», ha detto Sébastien Fabre, ceo di Sita for Aircraft.

 

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore