Sandals, in arrivo i resort di Curaçao e St. Vincent

Sandals, in arrivo i resort di Curaçao e St. Vincent
17 Marzo 07:00 2021 Stampa questo articolo

Due nuove strutture in arrivo ed entro il 1° maggio 2021 il completamento delle riaperture (iniziate a giugno scorso), con il 100% dei resort disponibili.

In un anno difficile e incerto, Sandals Resort International continua a investire e annuncia entro fine anno l’apertura del Sandals Curaçao, cui seguirà il Beaches Resort a St. Vincent. Diventeranno così 20 le strutture del Gruppo ai Caraibi (oggi sono 18, 15 Sandals e tre Beaches).

Dominik_Riber, SandalsIl brand all inclusive di lusso fa il punto della situazione e manda un messaggio al mercato con Dominik Riber, managing director Europe, e Christian Casagrande, sales manager Southern Europe. «Siamo pronti ad accogliere in sicurezza i clienti – dice Riber, arrivato nel gruppo lo scorso marzo – La destinazione è particolarmente amata dal mercato italiano e vogliamo dare strumenti agli agenti per cominciare finalmente a vendere».

E infatti, per gli agenti di viaggi, Sandals rinnova il programma di incentivazione che permette, per ogni singola prenotazione effettuata con un minimo di 6 notti, un omaggio agli adv da una a tre notti, per permettere che il prodotto venga toccato con mano. Oltre a sconti sui resort fino al 45%.

Già da giugno scorso, con le prime riaperture dei resort, Sandals ha attuato il Platinum Protocol of Cleanliness, protocollo complesso e articolato messo a punto studiando tutti i possibili punti di contatto dal check in al check out. Gli ospiti devono effettuare un tampone 72 ore prima della partenza. Ma la novità di quest’anno è la possibilità di fare un ulteriore test Covid all’interno del resort, con il costo interamente assorbito da Sandals.

Christian Casagrande sales manager Southern Europe SandalsPer quanto riguarda invece la prossima apertura del Sandals Curaçao, «è un atto di lungimiranza e un grande investimento, oltre che un segnale di vitalità. Sarà un resort con 350 camere e campo da golf da 18 buche – racconta Casagrande – Abbiamo acquisito una struttura esistente e avviato il processo che ci piace chiamare di “sandalizzazione”. È la prima destinazione dove i turisti europei sono superiori ai nordamericani ed è comodamente accessibile dall’Italia via Amsterdam, con i voli Klm».

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli