San Marino, l’allarme degli operatori: “A rischio 400 posti di lavoro”

San Marino, l’allarme degli operatori: “A rischio 400 posti di lavoro”
12 Gennaio 10:57 2022 Stampa questo articolo

Il Cto – Comitato Turismo Organizzato San Marino denuncia il grave stato di crisi del settore. Tour operator e agenzie di viaggi aderenti chiedono aiuto immediato attraverso una lettera ai Segretari di Stato, visto che sono a rischio 400 posti di lavoro e si dichiarano pronti a scendere in piazza.

Nella missiva – inviata ai Segretari di Stato all’Industria Fabio Righi, alle Finanze Marco Gatti, al lavoro Teodoro Lonfernini – il Cto chiede che il governo preveda immediato ristoro e supporto ad aziende e agli imprenditori che fino ad oggi hanno messo risorse ingenti per salvare il comparto e i posti di lavoro. Si tratta dei titolari di aziende sammarinesi, che occupano complessivamente oltre 400 dipendenti.

Ecco di seguito la lettera: “Egregi Segretari di Stato, siamo un gruppo di imprenditori, iscritti regolarmente alle associazioni di categoria e con questa lettera aperta vogliamo lanciare un grido di allarme per i disagi psicologici e soprattutto economici in cui versiamo a causa della pandemia. L’idea di scrivere una lettera aperta al governo ha l’obiettivo di chiedere un impegno davanti a tutti; alla popolazione ai lavoratori e soprattutto ai votanti di questa fantastica Repubblica”.

La richiesta per i Segretari è “metteteci la faccia come noi lo facciamo giornalmente con dipendenti e fornitori, sperando che sia l’ultimo atto, per tenderci la mano e a supportarci come dovuto: una mano reale a uno dei tanti settori che da questa pandemia rischia di essere cancellato. Servono misure che rendano possibile la visione di un futuro che, al momento, appare difficile da immaginare. Questo gruppo si fa promotore dell’apertura di una discussione anche pubblica, che accolga il contributo di tutti; associazioni, sindacati persone e aziende dirette e indirette al settore turistico-industriale sammarinese che vorranno aderire. Sono a repentaglio tantissimi posti di lavoro e domandiamo con forza all’esecutivo, in particolare al ministro delle Finanze Marco Gatti di darci supporto immediato”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore