Ryanair risponde all’Enac: “Noi rispettiamo le regole”

Ryanair risponde all’Enac: “Noi rispettiamo le regole”
06 Agosto 14:38 2020 Stampa questo articolo

L’Enac è pronto a sospendere l’operatività di Ryanair in Italia se non rispetterà le norme sanitarie anti Covid-19, ma da Dublino arriva una pronta risposta alle accuse dell’Ente nazionale per l’aviazione civile: “Siamo da sempre impegnati a garantire il massimo livello di sicurezza dei passeggeri ed equipaggi”.

“Le misure Volare Sicuri – si legge nella replica del vettore irlandese all’Enac pubblicata da La Repubblica – sono in linea con le raccomandazioni e le prescrizioni di sicurezza stabilite dal governo italiano e dall’Agenzia europea per la sicurezza (Easa) e dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc)”.

Ryanair conferma di aver “implementato una specifica procedura di imbarco sia ai gate e sia a bordo dell’aeromobile. Ryanair limita inoltre rigorosamente i bagagli per ridurre ulteriormente il rischio di assembramenti mentre questi vengono riposti nelle cappelliere, e offre un servizio di bordo ridotto, accetta solo pagamenti contactless e, all’arrivo, il nostro equipaggio istruisce i passeggeri sulle procedure per garantire che durante lo sbarco non si verifichino assembramenti non necessari”.

Inoltre, “tutti i passeggeri e l’equipaggio devono indossare sempre mascherine facciali. Tutti i nostri aeromobili sono dotati di filtri Hepa all’avanguardia. Le affermazioni riportate nel comunicato stampa di Enac sono pertanto errate”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore