Ryanair mette le mani su LaudaMotion

Ryanair mette le mani su LaudaMotion
20 Marzo 12:29 2018 Stampa questo articolo

Neanche il tempo di iniziare le operazioni, che LaudaMotion è già entrata nell’orbita di Ryanair. Inizierà il prossimo 25 marzo, infatti, la nuova vita aeronautica di Niki Lauda. L’ex pilota di Formula 1, dopo aver rilevato lo scorso gennaio l’insolvente Niki da airberlin, ha lanciato laudamotion.com  sul quale si è fiondato subito Michael O’Leary annunciando l’acquisto del 24,9% della società con una opzione per arrivare al 75%.

L’ACCORDO CON RYANAIR. “Ryanair Holdings Plc ha annunciato oggi di aver stipulato un accordo vincolante per sostenere il piano di sviluppo e crescita di LaudaMotion GmbH, compagnia aerea austriaca con sede a Vienna”, riposta la nota del vettore irlandese. In base a tale accordo, Ryanair acquisirà una quota iniziale del 24,9% di LaudaMotion, che salirà al 75% se ritenuta conforme alle norme europee in materia di concorrenza per un valore di circa 50 milioni di euro. Ryanair investirà altri 50 milioni di euro per supportare i costi di avvio e operativi per il primo anno. Il board Lauda-O’Leary si augura di raggiungere la redditività entro il terzo anno di attività.

Niki Lauda presiederà il consiglio di amministrazione, mentre Ryanair fornirà supporto finanziario e gestionale a LaudaMotion, oltre a 6 aeromobili a noleggio in wet lease per la stagione estiva 2018 per consentire a LaudaMotion di raggiungere i 21 aeromobili necessari al suo programma di volo.

OBIETTIVO MEDITERRANEO. Inizialmente Laudamotion vedrà collegamenti per Palma di Maiorca in partenza da Dusseldorf, Francoforte e Stoccarda. Da giugno poi, l’apertura della base principale di Vienna. Una volta a regime, Laudamotion volerà alla volta di alcune destinazioni balneari del Mediterraneo, non solo da Austria e Germania, ma anche dalla Svizzera: in primo luogo, Grecia (Creta, Santorini e Kalamata) e Spagna (Maiorca, Ibiza e Malaga), ma non mancherà l’Italia (Pisa e Brindisi da Vienna; Olbia e Lamezia Terme da Zurigo) e Cipro (Paphos).

«Non vediamo l’ora di lavorare in partnership con Niki Lauda – ha annunciato Michael O’Leary, ceo di Ryanair – Per sviluppare la sua visione di sicuro successo di una compagnia aerea low cost austriaca con servizi di linea e charter. Il LaudaMotion Coa supporterà una flotta di velivoli Airbus, un aspetto che speravamo di sviluppare all’interno di Ryanair Group da alcuni anni».

Sul fronte delle altre partnership, infine, è da verificare se proseguirà quella siglata pochi giorni fa con Condor Airlines (di proprietà della britannica Thomas Cook) che si dovrebbe occupare di commercializzare i voli di Laudamotion, oltre che di gestione del personale a terra e in volo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore