Ryanair, il contratto spacca i sindacati: Filt e Uiltrasporti verso lo sciopero

Ryanair, il contratto spacca i sindacati: Filt e Uiltrasporti verso lo sciopero
29 Agosto 14:18 2018 Stampa questo articolo

Un’intesa tra Ryanair e i piloti in Italia della compagnia che ha già spaccato il fronte dei sindacati. A poche ore dall’annuncio del vettore irlandese dell’accordo sul primo contratto collettivo di lavoro, arriva la condanna di Filt Cgil e Uiltrasporti, due sigle sindacali che non hanno firmato l’intesa e che ora minacciano lo sciopero.

“Più che un contratto si tratta di un regolamento aziendale. Siamo ben lontani da un contratto collettivo, in quanto questo non è regolato dal diritto italiano ma da quello irlandese”, sottolinea la nota congiunta delle due organizzazioni.

Secondo le due sigle sindacali inoltre “l’accordo raggiunto oggi non garantisce libertà di affiliazione sindacale e impedisce, per la durata del contratto, ai lavoratori di aderire a iniziative sindacali”. Non solo, l’accordo “obbliga i piloti al pagamento della propria divisa di lavoro, non assicura agli equipaggi il pasto a bordo durante il servizio e consente la sottoscrizione di contratti paralleli da parte di agenzie interinali, oltre ad essere ampiamente insufficiente l’investimento messo in campo dall’azienda in materia di salario e previdenza”.

Approfondimento: L’accordo Ryanair-Anpac per il nuovo contratto

Filt Cgil e Uiltrasporti annunciano, quindi, di aver inviato una comunicazione di diffida alla compagnia e all’Anpac ad applicare tale contratto “nei numerosi punti che risultano peggiorativi dello status quo e della normativa nazionale di riferimento”.

Nei prossimi giorni, infine, verrà annunciata una giornata di sciopero, dopo quello dello scorso 25 luglio, di piloti ed assistenti di volo di Ryanair basati in Italia, con l’obiettivo di riprendere “una trattativa seria con tutte le organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori” della compagnia aerea irlandese.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore