Royal Caribbean Group reinventa le procedure di sicurezza

Royal Caribbean Group reinventa le procedure di sicurezza
27 Luglio 10:54 2020 Stampa questo articolo

Royal Caribbean Group sta cambiando i protocolli di sicurezza delle crociere con il lancio di Muster 2.0, un approccio completamente nuovo. Il programma reinventa un processo originariamente progettato per grandi gruppi di persone in un approccio più rapido e personale che porta a livelli più elevati di sicurezza.

Con Muster 2.0, gli elementi chiave dell’esercitazione di sicurezza – tra cui dove andare in caso di emergenza e le istruzioni su come utilizzare correttamente un giubbotto di salvataggio – saranno accessibili agli ospiti su base individuale anziché in gruppo. La nuova tecnologia, eMuster, sarà utilizzata per fornire informazioni agli ospiti tramite i loro dispositivi mobili e le tv interattive in cabina. I viaggiatori saranno in grado di rivedere le informazioni prima di salpare, eliminando la necessità delle tradizionali riunioni di grandi gruppi. Il nuovo approccio consente inoltre a tutti a bordo di mantenere una migliore distanza man mano che si muovono sulla nave e porta a una navigazione senza intoppi.

Gli ospiti completeranno l’esercitazione visitando il punto di raccolta loro assegnato, dove un membro dell’equipaggio verificherà che tutti i passaggi sono stati completati e risponderà alle domande. Ognuno dei passaggi dovrà essere completato prima della partenza della nave, come richiesto dal diritto marittimo internazionale.

«La salute e la sicurezza dei nostri ospiti e dell’equipaggio sono la nostra priorità numero uno e lo sviluppo di questo nuovo processo di raccolta è una soluzione elegante rispetto a una modalità datata – ha detto Richard Fain, presidente e ceo di Royal Caribbean Group – Ciò farà risparmiare tempo agli ospiti e consentirà alla nave di operare senza pause per aumentare contemporaneamente la salute, la sicurezza e la soddisfazione degli ospiti».

Jay Schneider, vicepresidente senior del digital di Royal Caribbean Group ha aggiunto che «questo miglioramento dell’esperienza di vacanza è anche l’opzione più sicura alla luce della necessità di reinventare gli spazi sociali a causa del Covid-19».

Questo è il primo grande cambiamento nel processo di sicurezza da un decennio, da quando Oasis of the Seas aveva spostato i giubbotti di salvataggio dalle cabine degli ospiti ai punti di raccolta, che ha migliorato il processo di evacuazione ed è stato esempio per il settore.

Muster 2.0 è un’iniziativa che farà parte del pacchetto completo di protocolli e procedure che Royal Caribbean Group sta sviluppando con Healthy Sail Panel, in collaborazione con Norwegian Cruise Line Holdings ltd.

«Vorrei congratularmi con Royal Caribbean Group per questo traguardo innovativo: è esattamente ciò di cui il nostro settore ha bisogno in questi tempi senza precedenti e apprezziamo la generosa offerta di partecipazione – ha dichiarato Frank Del Rio, presidente e ceo di Ncl Holdings – In questo settore, lavoriamo tutti in cooperazione per migliorare la salute e sicurezza, e questo ne è un esempio».

Oltre a introdurre il nuovo protocollo sulle navi dei propri brand – Royal Caribbean International, Celebrity Cruises e Azamara – Royal Caribbean Group offre la licenza della tecnologia brevettata agli operatori di crociera interessati e rinuncia alle tasse di licenza. È già stata concessa alla joint venture della società, Tui Cruises GmbH, nonché a Norwegian Cruise Line Holdings ltd, la società madre di Norwegian Cruise Line, Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises.

Muster 2.0 è stato testato per la prima volta sulla Symphony of the Seas di Royal Caribbean nel gennaio 2020. Gli ospiti che hanno preso parte alla simulazione hanno dichiarato una forte preferenza per il nuovo approccio, che ha permesso loro una migliore comprensione e memoria delle informazioni sulla sicurezza.

L'Autore