Royal Caribbean ferma alcune navi, ma programma il futuro in Europa

by Redazione | 10 Gennaio 2022 12:16

Il Gruppo Royal Caribbean International ha scelto di fermare alcune delle sue navi a causa della recrudescenza della pandemia causata dalla variante Omicron, ma contemporaneamente guarda avanti nel segno della cosiddetta “nuova normalità” e svela la programmazione estiva europea del 2023.

Le navi che si fermano – nel timore di un’alta diffusione dei contagi – sono Spectrum of the Seas, Serenade of the Seas, Jewel of the Seas e Symphony of the Seas. Vision of the Seas, poi, non riprenderà il mare fino al 7 marzo.

Per quanto riguarda invece l’estate 2023, saranno nove le navi di Royal Caribbean che visiteranno destinazioni in più di 25 Paesi, passando dalla Costiera Amalfitana alla Terra Santa, oltre alle isole britanniche, greche, adriatiche e alle Canarie. Da maggio 2023 sono in programma crociere in Europa che vanno da cinque a 12 notti. I viaggiatori possono scegliere tra 35 itinerari.

NOVE NAVI IN EUROPA. Ecco, nel dettaglio, navi e itinerari europei del 2023. Odyssey of the Seas bisserà l’estate 2022 con le crociere da Roma. I turisti possono scegliere itinerari da 7 a 9 notti verso Napoli, isole greche e la Turchia, così come crociere di 12 notti in Terra Santa verso le città di Limassol, Cipro; Efeso (Kusadasi), Turchia; e Gerusalemme, in Israele.

Symphony of the Seas partirà da Barcellona e Roma per il Mediterraneo occidentale: 7 notti verso destinazioni come Napoli, Palma di Maiorca, in Spagna e la Provenza, in Francia.

Serenade of the Seas, da Barcellona, effettuerà itinerari di 8 notti nel Mediterraneo occidentale, crociere di 12 notti nelle isole greche e di 5 notti in Italia e Francia.

Explorer of the Seas sarà nel Mediterraneo orientale: crociere da Venezia – con partenze da Ravenna – verso il Mar Egeo e per la prima volta a Olimpia, in Grecia, il luogo di nascita dei Giochi Olimpici. Tra le destinazioni anche Kotor, in Montenegro e Chania, a Creta.

Brilliance of the Seas salperà da Roma e Venezia (Ravenna) verso Atene e Barcellona.

Rhapsody of the Seas sarà la prima nave Royal Caribbean a navigare da Limassol e Haifa, in Israele, tutto in una stagione. La nuova formula estiva consiste in navigazioni di 7 notti verso porti di scalo in Turchia, Israele e Grecia, comprese destinazioni esordienti per la compagnia, come Skiathos e Salonicco, in Grecia. Da settembre, la nave partirà per brevi fughe di 4 e 5 notti da Haifa e visiterà Cipro e le isole greche.

Anthem of the Seas tornerà a Southampton, Inghilterra, per il terzo anno consecutivo. Si potrà scegliere tra avventure di 7 notti in Spagna e Francia, o nei fiordi norvegesi, o visitare destinazioni nuove per la nave, tra cui Maloy e Haugesund, in Norvegia e Cork, in Irlanda. Le crociere più lunghe, di 11 e 12 notti si spingeranno oltre verso località quali Lisbona, in Portogallo; Vigo, in Spagna; e le isole Canarie.

Voyager of the Seas tornerà in Europa con crociere da Copenhagen, Danimarca, e Stoccolma, Svezia: un mix di itinerari da 7 a 11 notti nei paesi scandinavi, Estonia e Russia.

Infine Jewel of the Seas per tutta l’estate farà crociere di andata e ritorno da Amsterdam, Paesi Bassi: viaggi di 12 notti verso il Circolo Polare Artico, le isole britanniche, l’Islanda e l’Irlanda.

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/royal-caribbean-ferma-alcune-navi-ma-programma-il-futuro-in-europa/