Royal Caribbean aprirà un terminal a Ravenna nel 2024

Royal Caribbean aprirà un terminal a Ravenna nel 2024
24 Settembre 08:48 2021 Stampa questo articolo

Royal Caribbean Group costruirà un nuovo terminal crociere italiano, a Ravenna, a Porto Corsini, sulla costa nord dell’Adriatico.

Royal Caribbean dovrebbe completare i lavori della stazione marittima per la primavera 2024, e quando completamente operativo il terminal si prevede possa ospitare oltre 300mila passeggeri all’anno, ponendosi come comodo punto di raccordo con gli aeroporti di Bologna, Forlì, Rimini e Venezia.

«Il fatto che un importante operatore crocieristico internazionale del calibro di Royal Caribbean Group abbia deciso di investire sul nostro porto è un grande segnale per l’intera area di Ravenna», ha dichiarato Daniele Rossi, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centro settentrionale.

“Con l’aggiudicazione – ha spiegato l’Autorità in una nota – si chiude un percorso iniziato nell’estate del 2020, quando la stessa Rcl Cruises aveva presentato la proposta di partenariato pubblico-privato per la costruzione del nuovo terminal crociere e relativa concessione. In base al progetto, le strutture saranno inserite nel contesto del Nuovo Parco delle Dune che sarà realizzato dalla stessa Autorità e che prevede che lo scalo di Ravenna diventi un punto di inizio e fine crociera e non solo di transito”.

Joshua Carrol, vicepresident destination development di Royal Caribbean Group, ha commentato: «Quello di Ravenna è il nostro primo progetto internazionale dall’inizio della pandemia e ciò ha una grande importanza simbolica. Quella che presentiamo è una lunga partenership che porterà Ravenna a diventare una località di crociere rinomata nel mondo. Speriamo di andare verso un futuro che rechi beneficio, prosperità e opportunità di lavoro a tutti noi».

L’area, che sarà attrezzata sotto il segno della sostenibilità ambientale, per una superficie complessiva di 12 ettari sarà concepita come un progetto in cui gli spazi di verde pubblico e i percorsi ciclo-pedonali si intreccieranno a una serie di servizi a supporto del terminal crociere. Per questa iniziativa l’Autorità ha ottenuto 30 milioni di euro dai fondi del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore