Rotta sull’Oceano Indiano, la mappa dei voli

Rotta sull’Oceano Indiano, la mappa dei voli
26 Giugno 07:00 2019 Stampa questo articolo

Ci sarà solo Neos a collegare direttamente l’Italia all’Oceano Indiano anche durante la summer 2019. In attesa della ripresa dei voli invernali operati da Alitalia su Maldive e Mauritius (a cui si affiancherà la new entry di Air Italy per Malè, con un trisettimanale a partire dal 29 ottobre 2019), il vettore del Gruppo Alpitour è l’unico a non interrompere la programmazione verso l’arcipelago, con voli settimanali (il lunedì) da Malpensa e Fiumicino. Ad operarli ci sarà uno dei B787 Dreamliner della flotta di Neos, che farà servizio anche sulla rotta per Nosy Be, effettuata una volta a settimana per tutta l’estate da Milano, Roma e Verona.

Sempre a proposito di Madagascar, la summer 2019 vede anche l’aumento delle frequenze di Air Madagascar verso il suo hub di Antananarivo: dalla Francia diventano infatti otto le frequenze settimanali operate tra Parigi Charles de Gaulle, Marsiglia e la capitale del Madagascar da dove poi è possibile volare in tutto il Paese. Network rafforzato anche per Air Austral, il vettore che posside il 49% di Air Madagascar, che volerà sette volte alla settimana tra Parigi a Mayotte, dopo aver sostituito il Boeing 787 della sua flotta rimasto a terra per problemi al motore Rolls Royce Trent 1000, con due A330-200.

Per quanto riguarda le Maldive, invece, la novità riguarda Emirates  – che dal 1° giugno ha introdotto sulla rotta tra Dubai e Malè il nuovo B777-300 ER in modo da dare la possibilità ai suoi passeggeri, perlomeno su uno dei tre collegamenti settimanali operati, di approfittare delle ultime release dei prodotti di First, Business ed Economy class. Sempre sulle Maldive, invece, Alitalia, accresce la sua offerta per il prossimo Natale. Dal 25 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 la compagnia incrementerà l’offerta tra Fiumicino e le Maldive impiegando il Boeing 777 da 293 posti. Nello stesso periodo, inoltre, aggiungerà su questa rotta due frequenze (26 dicembre e  2 gennaio). Durante le vacanze di Natale e Capodanno, quindi, la compagnia avrà otto voli a settimana: sei da Fiumicino e due da Malpensa.

Per Mauritius, la prossima estate sarà anche l’ultima in cui funzionerà la partnership tra Klm e Air Mauritius; la data di scadenza è il 27 ottobre, giorno in cui verrà anche sospesa la rotta Amsterdam-Mauritius. Continuerà come prima invece la joint venture tra Air France e il vettore mauritiano, che volano fino a due volte al giorno tra Charles De Gaulle e l’isola. Air Mauritius poi, ha preso in consegna il primo A330-900; sarà configurato in due classi, con 28 poltrone in Business e 260 in Economy, e verrà utilizzato sulle rotte che collegano Mauritius all’Europa (principalmente Londra e Ginevra), all’India e al Sud-Est asiatico e per destinazioni regionali, tra cui Johannesburg, Antananarivo e La Réunion.

Ricca, infine, è la mappa dei voli per  le Seychelles. È possibile volare dall’Italia con Emirates (via Dubai), Turkish (via Istanbul), Etihad (via Abu Dhabi), con Condor (via Francoforte), con Qatar Airways (via Doha) e con Ethiopian (via Addis Abeba). Dal canto suo, il vettore di bandiera Air Seychelles offre voli da Mahé verso Abu Dhabi, Antananarivo, Mauritius e, in Europa, Parigi, oltre a più di 200 voli domestici a settimana tra Mahé e Praslin e voli charter verso molte destinazioni domestiche come Bird Island, Denis Island e Frégate Island, con velivoli da 16 posti e fino a 20 kg di bagaglio gratis.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli