Roma, aree di sosta smart per i bus turistici

Roma, aree di sosta smart per i bus turistici
15 Gennaio 07:00 2018 Stampa questo articolo

Parcometri moderni, app e sensori contro la sosta selvaggia dei bus turistici a Roma. Ed entro la fine del 2018, le aree di sosta a loro dedicate saranno controllate anche elettronicamente. Lo promette con un post scritto sui social Virginia Raggi, sindaco della Capitale, che ribadisce come nei giorni scorsi sia “partita la gara per affidare il progetto che punta a garantire maggiori controlli e registrare eventuali irregolarità. Il sistema, infatti, sorveglierà i parcheggi h24 e porterà grandi benefici al territorio. L’obiettivo è tutelare gli operatori ed evitare la sosta selvaggia dei torpedoni”.

Secondo quanto riportato dalla Raggi, il sistema automatico di rilevamento verrà posizionato nelle aree di breve e media sosta destinate ai bus turistici, e sotto al manto stradale saranno installati 500 sensori speciali che segnaleranno il superamento dei limiti orari consentiti o la mancata autorizzazione al parcheggio.

“Ci saranno, inoltre, 55 parcometri dedicati – conclude il sindaco romano – e tramite una applicazione gli autisti potranno conoscere lo stato degli stalli disponibili al fine di razionalizzare gli spostamenti e la sosta. Così contiamo di disincentivare ogni forma di abusivismo”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore