Repubblica Dominicana, più investimenti alberghieri per ripartire

Repubblica Dominicana, più investimenti alberghieri per ripartire
08 Ottobre 10:38 2020 Stampa questo articolo

In attesa che turisti da tutto il mondo tornino a visitare le bellezze della Repubblica Dominicana, il Ministero del Turismo (Mitur) continua a lavorare senza sosta per garantire la sicurezza della popolazione e dei futuri visitatori oltre a puntare su nuove infrastrutture e supporto di nuovi investimenti alberghieri per rendere l’isola ancora più accessibile, accogliente e con un’offerta ancora più variegata.

L’isola ha messo a punto, infatti, uno dei piani più completi ed efficaci per garantire la sicurezza dei viaggiatori e facilitare il loro ingresso nel paese, essendo l’unica destinazione che offre assistenza medica ai turisti con copertura al 100% da parte del governo dominicano.

Il piano, che si attiva al momento del check in in hotel fino al 31 dicembre 2020, prevede un’attenzione a 360° verso il visitatore con l’assistenza completa in caso di Covid-19. Nel dettaglio verranno coperte visite ambulatoriali, ricoveri e medicinali, soggiorni prolungati in hotel, cure specialistiche, farmaci in caso di ricoveri, un’ampia varietà di centri sanitari su tutto il territorio nazionale, trasporto in caso di necessità, carico di spese ospedaliere e delle penali per il cambio volo.

Per il Ministero il benessere e la sicurezza dei visitatori sono una priorità, quindi continuerà a lavorare in coordinamento con le altre autorità competenti per rafforzare le misure preventive del Paese contro il coronavirus. Nell’ambito delle misure e dei protocolli di sicurezza, Mitur supervisiona il funzionamento di tutti gli hotel, aeroporti e attività turistiche attraverso certificazioni internazionali come Safe Travels e Bureau Veritas. Inoltre sempre più gli aeroporti e gli hotel stanno implementando protocolli per l’accoglienza sicura dei turisti, con aree designate per la cura dei pazienti all’interno degli hotel.

Intanto sono partiti i lavori per la costruzione della nuova autostrada di collegamento alla costa nord del paese. Si tratta dell’autostrada Ambar, lunga 35 km, che collegherà in meno di 30 minuti la città di Santiago de Los Caballeros nel cuore dell’isola alla cittadina di Puerto Plata sulla costa e ancora la capitale Santo Domingo a sud fino a Puerto Plata in sole due ore. Si tratta di un miglioramento radicale nei collegamenti con la zona nord del paese che avrà un impatto positivo sul settore turistico della parte settentrionale e anche dell’intera isola.

Inoltre sempre sulla costa nord, a Sosua, è in programma ora ad ottobre 2020 l’apertura di una nuova proprietà del gruppo Marriott: L’Ocean Club, A Luxury Collection. L’elegante Resort sarà caratterizzato da 60 suite in stile appartamento con splendide viste sull’oceano da ogni camera, piscine private, quattro ristoranti di ottimo livello, palestra e altro ancora.

Nella zona est, a Punta Cana, è prevista per il febbraio 2021 l’apertura di un nuovo hotel: Live Aqua Beach Punta Cana del Gruppo La Colección Resorts. Il resort all-inclusive disporrà di 345 suite di sette categorie, ognuna con una vista spettacolare sul mare dei Caraibi, i giardini o le piscine. Il complesso offrirà anche sette ristoranti locali e internazionali, un bar sulla spiaggia, un club lounge, uno bar e un beach club.

L'Autore