Rajasthan superstar in agenzia. Avanzano i combinati

Rajasthan superstar in agenzia. Avanzano i combinati
14 Novembre 07:00 2018 Stampa questo articolo

Il fascino principesco del Rajasthan e il romanticismo del Taj Mahal tengono banco in agenzia. Un tempo considerata meta alternativa e low cost, l’India si è riposizionata negli ultimi anni come meta per un turismo colto e che non rinuncia al comfort. Una meta riscoperta anche sull’onda delle crociere nell’Oceano Indiano di Costa e Msc che fanno scalo a Mumbai e nei principali porti del Sud dell’India.

L’abbinamento con estensione mare funziona, secondo Federico Pepe della Ermes World di Salerno: «L’India la propongo spesso perché ci sono stato e la reputo una destinazione bellissima. È ancora poco conosciuta, si pensa di trovare molta povertà e penso che questo sia il freno maggiore, quando invece il Paese è una potenza mondiale. Le nostre proposte prevedono soprattutto l’abbinamento con un soggiorno mare nell’Oceano Indiano, come alternativa al classico Stati Uniti più Caraibi». La meta dipende da periodo e budget: se è alto, la scelta cade sulle Maldive, «mentre in alta stagione o a Capodanno si vende in abbinamento a Goa o a Sri Lanka».

Ma la maggior parte dei clienti delle agenzie continua a identificare l’India con il Rajasthan e i suoi palazzi principeschi. «Al momento lo stato dei maharaja è la zona più conosciuta e turistica, – conferma Mariolina Curci della Cumira Viaggi di Andria e Barletta – la prima richiesta di chi entra in agenzia. Proponiamo soprattutto tour completi, ma ammetto che è una destinazione particolare, da viaggiatori, dove bisogna sapersi adattare». Per questi ultimi l’adv pugliese si affida a tour operator che si appoggiano a buone dmc locali, «in grado di svelare anche gli aspetti più segreti dell’India».

Il tour del Nord è il più richiesto anche dai clienti della Dreamsteam di Torino, come precisa Raffaella Vaianella: «Più conosciuto rispetto ad altre regioni, il Rajasthan è il più richiesto come primo viaggio in India, anche per i viaggi di nozze, ma chi la sceglie è spinto da forti motivazioni personali». Stefania Cherchi de L’Ammiraglia Viaggi di Roma si concentra, invece, sul valore dei repeater: «Lavoriamo con una clientela fidelizzata, che è già stata in India. In passato abbiamo organizzato i gruppi per Capodanno sul Rajasthan, mentre ora abbiamo visto crescere l’interesse per il Kerala».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Maria Grazia Casella
Maria Grazia Casella

Guarda altri articoli