Puglia destinazione vetrina per la promozione dell’Europa in Cina

Puglia destinazione vetrina per la promozione dell’Europa in Cina
03 Novembre 07:00 2020 Stampa questo articolo

È la Puglia la destinazione scelta per la promozione dell’Europa in Cina: la regione, con il proprio organismo PugliaPromozione ha infatti superato la selezione della European Travel Commission (Etc) per la partecipazione al progetto Wanderlust, wonder Europe!, finalizzata alla promozione di 20 destinazioni europee sulle più importanti piattaforme digitali cinesi (WeChat, Weibo, Douyin/TikTok).

Inserita nel cluster Wellness & wellbeing, la Puglia sarà visitata da due influencer cinesi che racconteranno il territorio pugliese e le sue eccellenze. Si tratta di una grande risultato perché il mercato cinese è una priorità nel panorama internazionale, come titola l’articolo dedicato alla Puglia, pubblicato dall’genzia di stampa  Xinhua, Nuova Cina, largamente utilizzata come fonte di informazione per i media cinesi, con una forte presenza internazionale, grazie ai suoi 107 uffici all’estero.

Negli ultimi due anni la Puglia ha avuto un proprio stand al China International Import Expo (Ciie), un posto di rilievo che è stato una parte importante della strategia. All’edizione dello scorso anno, 30 delle 170 aziende italiane presenti in fiera erano pugliesi, e avevano un proprio stand di 144 metri quadrati, quest’anno – fanno sapere i responsabili di PugliaPromozione – i vincoli finanziari legati al rallentamento economico scatenato dalla pandemia di Coronavirus impediranno alla Puglia di avere un proprio stand al Ciie che si svolgerà a Shanghai dal 5 al 10 novembre, ma la regione sarà comunque rappresentata da più società e altri enti.

«Sappiamo che come regione abbiamo molto da offrire. Ma non abbiamo una riconoscibilità del nome rispetto ad altre parti del Paese e quindi la sfida è far sì che la gente se ne accorga – ha affermato Francesco Muciaccia di Pugliapromozione nell’intervista a Xinhua – il mercato cinese è una priorità per noi, sia in termini di promozione della regione per potenziali visitatori o distributori e venditori dei nostri prodotti turistici, sia per contribuire a creare un’immagine attrattiva della Puglia».

L'Autore