Primarete e Travelbuy, stop alle royalty per le agenzie

Primarete e Travelbuy, stop alle royalty per le agenzie
07 Aprile 11:19 2020 Stampa questo articolo

Smart working, sospensione delle royalty per le adv e assistenza. Primarete e Travelbuy non si fermano e mettono in campo le attività per sostenere le agenzie del Gruppo guidato da Ivano Zilio e Alfredo Vassalluzzo.

«Abbiamo attivato la sospensione per i mesi di marzo ed aprile delle royalty, che non verranno richieste per lasciare liquidità nelle casse delle agenzie – sottolinea Vassalluzzo – Poi abbiamo attivato fin da subito lo smart working per salvaguardare i servizi più importanti quali la biglietteria, il booking, il costumer care e il marketing».

Ultima, ma non meno importante, è la mossa legata al sostegno informatico, «girando tutte le informazioni mandate dagli esperti Fto in ambito fiscale, contabile e amministrativo, riguardante i voucher e il nostro servizio legale di Travel Angels Assistance – rimarca il responsabile di Travelbuy che ricorda – abbiamo pensato di mettere subito al centro il rapporto interpersonale con le nostre reti Primarete/ Travelbuy, sono reti nate nel tempo e si sono sviluppate con le agenzie rapporti umani stretti. I contatti li teniamo attraverso l’aggiornamento e la trasmissione delle newsletter e dei webinar, è importante essere vicini alle agenzie anche tramite i social».

Un messaggio di collaborazione e appoggio condiviso anche dal presidente di Primarete, Ivano Zilio. «In questi giorni ci troviamo di fronte ad un momento storico epocale, quando rinasceremo sarà sicuramente in modo diverso e con tempi diversi, questo è il momento di far vedere che l’azienda esiste. Per questo che abbiamo messo in campo tre mosse utili per dimostrare la nostra vicinanza alle agenzie. Quando riapriremo il nostro lavoro sarà sicuramente organizzato diversamente, in particolare useremo con molta più disinvoltura gli strumenti digitali a nostra disposizione perché questa esperienza ha contribuito ad accellerarli», conclude il patron veneto.

L'Autore