Priceline sotto il cappello di Booking Holding

Priceline sotto il cappello di Booking Holding
23 Febbraio 11:38 2018 Stampa questo articolo

Da Priceline Group a Booking Holding. La corazzata statunitense del travel online che comprende al suo interno marchi come Booking.com, Priceline.com, Kayak, Agoda, Rentalcars e OpenTable ha deciso di abbandonare la vecchia denominazione per adottare il brand che, tra tutti, è il più conosciuto a livello mondiale: il portale di prenotazioni alberghiere Booking.com.

Effettivo dal 21 febbraio, il cambio della denominazione (in Borsa la vecchia sigla Pcln diventerà Bkng) verrà, però, reso ufficiale soltanto il prossimo 27 febbraio in occasione della presentazione dei risultati del quarto trimestre del 2017 e dell’intero anno fiscale

«Negli ultimi tempi, il nostro business si è espanso non solo con il portale priceline.com, attivo per altro solo nel mercato statunitense), ma anche con tutti gli altri brand che fanno parte del gruppo, con uffici in tutto il mondo, operando in più di 220 Paesi e in oltre 40 lingue», ha commentato la decisione Glenn Fogel, direttore esecutivo dell’azienda.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore