Piano Lufthansa per Alitalia da Fiumicino a Malpensa

26 ottobre 11:19 2017 Stampa questo articolo

Un quinto hub a Roma Fiumicino dopo quelli di Monaco, Francoforte, Zurigo e Vienna. Ha già le idee chiare su quale sarà la nuova Alitalia targata Lufthansa il ceo del Gruppo tedesco Carsten Spohr che, presentando a Francoforte i risultati del terzo trimestre  – chiusi con una crescita dell’utile netto del 32% a 1,52 miliardi di euro, mentre le stime degli analisti erano per un profitto di 1,44 miliardi – ha anche tracciato il quadro di quello che potrebbe diventare l’ex vettore di bandiera italiano nel caso in cui la proposta di Lufthansa dovesse risultare vincente.

«Il modello per la nascita della nuova Alitalia è il percorso che è stato seguito passando da Swissair a Swiss (anche lì il vettore tedesco aveva rilevato solo le attività sane della compagnia di stato dichiarata fallita nel 2001, ndr)», ha detto il manager aggiungendo come nel piano previsto per la compagnia italiano l’aeroporto di Malpensa diventerebbe il centro delle attività per Eurowings, pronta a sviluppare rotte verso l’Europa e (forse) non solo.

Per Fiumicino invece, come detto, il ruolo prefigurato sarebbe quello di hub, con il mantenimento di una flotta a medio e lungo raggio. Ma l’appuntamento per la presentazione dei risultati di Francoforte è stata l’occasione anche per aggiungere qualche particolare alla recente acquisizione della maggior parte delle attività di airberlin da parte del colosso tedesco (l’intera vicenda è ancora sotto esame da parte della Commissione Europea).

«Per noi sarebbe meglio poter avere un secondo o un terzo partner che si facesse carico di qualche asset di airberlin», ha ribadito Spohr. Intanto, secondo quanto riporta Reuters Uk, proprio a questo proposito airberlin sarebbe in trattativa per la cessione di alcune parte del suo business sia con easyJet che con Condor Airlines.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli