Perù, un trenino tra Machu Picchu e la “sorella” Choquequirao

27 novembre 13:41 2017 Stampa questo articolo

Può essere una nuova attrazione turistica per il turismo culturale e naturalistico, un modello per un ecosistema archeologico e una soluzione contro l’overtoursim che attanaglia il Machu Picchu.

È l’idea del governo peruviano di collegare con una strada e un mezzo su rotaia, tipo trenino o cable car, lo storico sito di Machu Picchu – una delle sette meraviglie del mondo moderno – con la “città-sorella” di Choquequirao, antico insediamento Inca che si trova a circa 60 chilometri di distanza.

Secondo quanto riportato oggi da Repubblica.it, infatti, Choquequirao – che si trova tra le cime montuose del Salkantay a oltre 3.000 metri di altitudine e che si estende su oltre 2mila ettari – è visitato da circa  5.800 persone l’anno ed è ancora tutto da scoprire sia a livello turistico che di scavi archeologici, mentre Machu Picchu ha raggiunto oltre 1,2 milioni di turisti l’anno.

L’investimento sarà di 80 milioni di dollari e rientra nel progetto di rilancio turistico del Perù che vuole raddoppiare il numero dei visitatori, portandolo a 7 milioni l’anno, entro il 2021.

I cantieri per il nuovo collegamento dovrebbero partire già nel 2018 e l’obiettivo del governo è portare oltre 150mila visitatori all’anno a Choquequirao.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore